Omicidio a Palagonia, arrestato l’uomo che ha investito i vicini

0
301
Omicidio Palagonia
Foto fonte Ansa

Nuovo omicidio a Palagonia. Una tragedia che si è consumata tre anni dopo l’uccisione dei coniugi Solano, il cui processo è ancora in corso. Durante la giornata di ieri è stato arrestato l’uomo che ha investito i vicini uccidendone una. La vittima è Maria Napoli di 87 anni.

Lite tra vicini, sfiorata la tragedia a Palagonia

La cronaca nazionale torna a parlare di un omicidio a Palagonia. Il fatto arriva tre anni e un giorno dopo l’assassinio di Mercedes Ibanez e Vincenzo Solano, commesso dal presunto omicida Mamadou Kamara. Lo scorso 31 agosto un gruppo di persone è stato travolto e investito in strada da un uomo. Nell’incidente sarebbero rimaste coinvolte circa quindici persone, tra le quali vi sono sette feriti e una vittima: Maria Napoli di 87 anni. Nell’immediato i militari dell’arma dei carabinieri hanno iniziato una caccia all’uomo, che si è conclusa con l’arresto di Gaetano Fagone.

Arrestato Gaetano Fagone

Quanto accaduto a Palagonia poteva diventare un vero e proprio bagno di strada. Secondo il racconto di alcuni testimoni, presenti in strada vi erano circa trenta persone la notte tra venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre. Quella sera un gruppo di persone riunite a cena in strada è stato travolto dalla furia impazzita di Gaetano Fagone. Il movente che avrebbe spinto l’uomo ad agire sarebbero stati gli schiamazzi dei vicini in festa.

Fonte foto LiveSicilia

Palagonia, morta una donna di 87 anni e un neonato ricoverato

Come abbiamo spiegato precedentemente, quanto accaduto a Palagonia poteva avere dei risvolti tragici. Nel corso della giornata di ieri è stato arrestato l’uomo che investito un gruppo di persone uccidendone una. L’unica vittima del folle gesto di Gaetano Fagone, cinquantaduenne con problemi psichici, è Maria Napoli di 87 anni. Due bambini sono rimasti coinvolti nell’impatto, uno di nove mese sfiorato dall’auto in corsa e un neonato ricoverato con un leggero trauma cranico.

Video su WhatsApp incastra il killer

Fondamentale durante la prima attività investigativa svolta per l’incidente e omicidio a Palagonia, sarebbe stato un video su WhatsApp che incastra il killer. Un filmato di dieci secondi, fornito da un testimone, che riprenderebbe il momento dell’impatto. Gaetano Fagone il 31 agosto ha deciso di usare l’auto del padre, per poi nascondersi in una casa di sua proprietà dove è stato trovato dopo due giorni di breve latitanza.

L’uomo, trasferito nel carcere di Caltagirone, dovrà rispondere dei reati di omicidio e tentata strage.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui