Flat tax: Tria, favorevole a partire. Processo complesso che richiede tempo

0
222

Alla Summer School di artigianato, il ministro dell’economia Giovanni Tria, si è espresso in modo favorevole a partire con la Flat tax. La sua opinione è che bisogna farlo gradualmente, poiché è un processo complesso che richiede tempo.

Tria parla di processo graduale. Sulla Tav…

Il ministro dell’economia ha spiegato che “Nell’anno in corso ci sarà una correzione del debito dello 0,1%, vedremo gli ultimi dati. “Siamo nella stabilizzazione”. Poi ha ribadito   che l’obiettivo del governo è iniziare a ridurre il rapporto debito Pil e non avere un peggioramento strutturale del bilancio.  Sulla Tav: “Personalmente spero che si faccia, che il problema si sblocchi, che ci sia una soluzione. Si tratta di grandi collegamenti internazionali”. “Riguardo al progetto dell’alta velocità Torino-Lione così come le altre maggiori opere figlie della ‘legge obiettivo’ stiamo procedendo ad una attenta e oggettiva ‘analisi costi-benefici’ per valutare effetti sociali, ambientali ed economici e vedere quanto e se i costi superino i benefici. Alla fine di questa valutazione e sulla base di essa faremo la nostra scelta politica“.

Prima fascia Irpef al 15% sotto i 65.000 euro annui

Sulla riforma fiscale si è espresso anche il leghista Massimo Garavaglia, vice ministro dell’Economia affermando: “Si pensa ad introdurre una dual tax Ires, al 24% per quello che tiri fuori e al 15% strutturale su quello che resta dentro l’azienda”. L’idea, ha sottolineato, è quella di garantire “un incentivo ad assumere personale e a capitalizzare”. Si tratterebbe di una modifica fiscale “strutturale in modo che ogni anno non sia necessario andare a vedere se ci sono agevolazioni, ammortamenti, incentivi”. “Vogliamo ampliare il regime dei minimi, ma evitando l’effetto schiacciamento e che le aziende non crescano e restino sotto i 65.000 euro”. La proposta leghista prevede l’allargamento della platea dei destinatari del regime forfettario del 15%, portando la soglia dei ricavi per accedervi da 30.000 a 65.000 euro. Si penserebbe poi al 20% per la parte di ricavi compresa tra 65.000 e 100.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui