Firenze infanticidio: padre accoltella il figlio di appena un anno.

3
165

Una lite familiare costata cara al piccolo Michele, un anno appena compiuto. Il padre accoltella il figlio e avrebbe tentato di colpire anche l’altra figlia, salvata dalla madre che le avrebbe fatto da scudo. Questo è il macabro racconto fornito dalla stampa nazionale.

L’arrivo dei carabinieri

Ad avvisare i carabinieri sarebbe stata la nonna, con una drammatica telefonata. Dalle prime indagini sarebbe emerso che l’uomo sia stato trovato in stato di shock, con l’arma (un coltello da cucina) ancora in mano. Si tratta di Niccolò Patriarchi, 34 anni, programmatore informatico già conosciuto alle forze dell’ordine per precedenti penali. L’accusa rivolta all’uomo è di omicidio e lesioni personali aggravate.

La dinamica dell’accaduto

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la violenta aggressione sarebbe avvenuta poco dopo la cena. La coppia avrebbe animato una lite, per motivi ancora sconosciutoti, tra urla e insulti volati tra i due. A un certo punto, Patriarchi, in preda all’ira, avrebbe afferrato il coltello da cucina e scagliato la sua ira contro la donna.

La bimba di 7 anni salvata in tempo

Quest’ultima, convivente dell’uomo e anche lei con precedenti penali è stata ferita più volte, con colpi alla testa e agli arti superiori. La donna non è in pericolo di vita, ma è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Borgo San Lorenzo insieme alla figlia maggiore di 7 anni. Diversamente sono stati vani i tentativi per salvare il piccolo Michele dalla furia del padre, ma grazie alla chiamata fatta ai familiari, la bimba è stata salvata in tempo, merito anche della madre e dell’intervento dei genitori e del fratello della donna.

La bimba, sotto shock è assistita da alcuni psicologi. Il padre, è stato arrestato e trasferito alla caserma dei carabinieri di Borgo San Lorenzo, che si stanno occupando delle indagini della vicenda, dirette dal maggiore Michele Arturo.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui