Emergenza immigrati: Conte possibilista su equa distribuzione

0
174

Emergenza migranti. La cena con i 28 leader europei che parteciperanno al vertice di Salisburgo è terminata oltre le 22.30. Si è parlato in modo più specifico della questione Brexit e dell’emergenza migranti. Oggi Conte possibilista su equa distribuzione, ma ci sono delle resistenze.

Per il problema serve la grande politica

Dopo 4 ore di colloqui tra, all’inizio del summit informale, il primo ministro Giuseppe Conte ha detto che “Non è una questione elettorale, gli appuntamenti elettorali sono distanti, la realtà è che l‘immigrazione è un tema importante” sul quale “la politica con la P maiuscola deve essere pronta ad assumersi responsabilità e a dare risposte complessive”. Questa la risposta del premier italiano in risposta ad domanda sul monito di Donald Tusk agli Stati a non usare il dossier migranti per tornaconto politico. “Non si può affrontare un tema del genere in termini emergenziali ma strutturali”, aggiunge Conte prima della cena con i leader Ue.

L’ottimismo italiano e le resistenze del Nord Europa

Stamattina, Conte si è mostrato ottimista sulla fattività di un equa distribuzione dei migranti. Ma ci sono delle resistenze. nei fatti ha dichiarato che “Questo come sapete è un vertice informale il che significa che non siamo qui a rassegnare delle conclusioni a elaborare e condividere un testo scritto, ma è un importante passaggio in vista del Consiglio che si terrà a ottobre per avere uno scambio e cercare di avvantaggiarci nel processo di attuazione delle conclusioni dello scorso giugno. Confido – ha sottolineato Conte – che si possa uscire da questo vertice con uno scambio costruttivo”. Nei fatti vi sono però delle perplessità soprattutto dai paesi del Nord Europa. Da loro è ribadito un vecchio problema legato sui controlli italiani. Non sono sicuri che tutti i migranti siano registrati in modo corretto e che troppo facilmente possano fuggire dall’Italia dei migranti clandestini e andare verso il Nord Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui