Decreto Genova: stanziati ulteriori 20 milioni di euro. Terzo valico non finanziato

0
167
ricostruzione ponte morandi

Secondo quanto riportato dall’Ansa, che ha visionato la bozza del decreto Genova, il Governo ha stanziato altri 20 milioni di euro. Questi saranno canalizzati in una contabilità speciale intestata al Commissario. Spariti i soldi per il finanziamento del terzo Valico. Rixi: “Fondi già individuati. Saranno ripristinati dopo un’analisi dei costi e benefici a fine ottobre“.

Altri soldi per l’emergenza Genova

Nel testo della bozza del decreto, “La contabilità speciale intestata al Commissario delegato per l’emergenza “è integrata di 9 milioni di euro per l’anno 2018 e 11 milioni di euro per l’anno 2019”. Ansa.it ha riportato inoltre che “Nel caso in cui Autostrade non pagasse o ritardasse le spese di ricostruzione del ponte sarà lo Stato ad anticiparle, attingendo al Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale. Questo “Per assicurare il celere avvio delle attività del Commissario, in caso di mancato o ritardato versamento da parte del Concessionario, a garanzia dell’immediata attivazione del meccanismo di anticipazione, è autorizzata la spesa di 30 milioni annui dal 2018 al 2019“.

Toti: “Decreto fatto per escludere gli enti locali”

Il presidente della Regione Liguria Toti ha commentato dicendo che:Il decreto arriverà, ma non vuol dire che sarà soddisfacente. Bisognerà vedere cosa c’è scritto dentro dopo questo balletto fatto in una settimana e mezzo tra un ministero e l’altro. Questo decreto sembra fatto per escludere gli enti locali. Mi dà l’impressione che il Governo voglia gestire la situazione a Roma e non in Liguria. Ma va bene tutto, siamo laici, basta che si raggiungeranno i risultati

Rixi: “Che venga indicato presto il nome del commissario”

Il viceministro delle Infrastrutture Edoardo Rixi ha dichiarato: “Mi auguro che venga indicato il nome del Commissario quando esce il decreto. Al massimo immediatamente dopo, in modo da recuperare tempo. Serve un manager che sappia affrontare situazioni di emergenza. Che abbia capacità professionali importanti e che ci si dedichi a tempo pieno. Questo per realizzare il ponte velocemente. Condivido – ha concluso Rixi – le esclamazioni dei miei concittadini genovesi: abbiamo bisogno di un ponte“.

Spariti i soldi per il terzo valico ma Rixi precisa “fondi individuati. Saranno ripristinati”

Secondo quando riportato dall’Ansa, che ha visionato il decreto Genova, non ci sono più i finanziamenti per la realizzazione del terzo valico. Questo era previsto in bozza nel comma e dell’articolo 16, che stanziava 791 milioni ad integrazione del finanziamento per la sua realizzazione. Rixi, intervenuto su Radio 24 ha tranquillizzando tutti dicendo che “I 762 milioni di euro per il sesto lotto del Terzo Valico sono stati già individuati. Verranno ripristinati. Era un tentativo di chiudere completamente il finanziamento dell’opera. Mi aspetto alla fine di ottobre l’analisi costi benefici, da dove a mio avviso – ha concluso Rixi –emergerà il fatto che un’opera completata per il 40 per cento e in una situazione come quella genovese abbia una valenza economica particolarmente rilevante”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui