Manovra economica: le reazioni Pd “Governo irresponsabile”

0
1005

Dopo il Cdm di ieri che si è espresso sul deficit della manovra economica, fissandolo a 2.4%, sono arrivate le reazioni. Pierre Moscovici: “Sanzioni possibili”. Martina (Pd): “Governo irresponsabile”.

Moscovici: “Più debito maggiore povertà”

Il commissario agli affari economici Pierre Moscovici, ospite alla tv francese Bfm, si è espresso sulla manovra economica emessa dal Governo italiano. “Voglio continuare il dialogo con le autorità italiane, dicendo che rispettare le regole non è per noi, ma è per loro, perché quando un paese si indebita, si impoverisce – ha detto Moscovoci. Se gli italiani continuano a indebitarsi, cosa succede? Il tasso di interesse aumenta, il servizio del debito diventa maggiore. Gli italiani non devono sbagliarsi. Ogni euro in più per il debito è un euro in meno per le autostrade, per la scuola, per la giustizia sociale. E’ verosimile  – ha continuato il commissario – che il deficit strutturale dell’Italia aumenterà. La mia riflessione di stamattina è semplice: non abbiamo interesse a una crisi tra la Commissione e l’Italia”.

Sanzioni possibili

Delle sanzioni sono teoricamente possibili. Questo è previsto dai trattati ma io non sono nello spirito da sanzioni, non lo sono mai stato – ha sottolineato Moscovici – .Farò in modo, nel mio dialogo con le autorità italiane, che l’Italia resti nello spirito comune, le regole vanno rispettate, e queste regole non sono stupide: se il debito sale creiamo una situazione instabile“.

Per Martina il governo è irresponsabile e il Paese a rischio

Maurizio Martina, ha preannunciato che il Pd scenderà in piazza per protestare, poiché “Di fronte all’irresponsabilità di questo Governo non possiamo non alzare la voce. Vorrei un governo che si rendesse conto delle scelte che compie”. Il segretario del Pd , su Radio Capital ha continuato:Non possiamo non scendere in piazza davanti a chi sta mettendo il paese a rischio. Domenica a Roma saremo in tanti: arriveranno da tutta Italia 200 pullman, 6 treni e tante persone che vogliono costruire assieme a noi l’alternativa“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui