Terremoto Indonesia: salgono a 1.203 i morti tra Palu e Donggala.

0
366

Salgono a 1.203 i morti le vittime accertate del terremoto Indonesia e successivo tsunami. A darne notizia è stata l’agenzia indonesiana Aksi Cepat Tanggap.

La situazione attuale

Sono passati due giorni dal sisma di magnitudo 7.5 che ha sconvolto nell’Indonesia l’isola di Sulawesi. I soccorritori stanno lottando contro il tempo nella speranza di trovare ancora qualche superstite. La Farnesina ha fatto sapere che non risultano tra le vittime degli italiani. Da Donggala (300mila abitanti), a soli 27 chilometri dall’epicentro, le notizie rimangono frammentarie. La Tv locale ha mostrato delle immagini di completa devastazione, per cui il conto dei morti è da ritenersi provvisorio.

La preghiera del Papa

“Dio consola la popolazione colpita e sostiene gli sforzi di colore che sono al lavoro per portare aiuti”, ha detto il Santo Padre. “Dobbiamo fare molte cose presto, ma le condizioni non ce lo permettono”, ha ammesso sconsolato il leader di Giakarta. Crollato anche il principale hotel cittadino. Durante il tentativo di salvataggio di una ragazza di 15 anni intrappolata sotto il cemento della sua casa, accanto ai cadaveri della madre e di una nipote, i soccorritori erano preoccupati che potesse annegare per colpa di un tubo che perdeva acqua in quello spazio angusto.

Rischio anarchie ed epidemie. Tornano acqua potabile ed elettricità

Rischio alto di attività di sciacallaggio, che stanno agendo portandosi oggetti di un centro commerciale che è crollato su se stesso. Si segnalano anche parecchi residenti che si stanno servendo da soli dai distributori di carburante. In parecchi stanno cercando di prendere il salvabile dalle loro abitazioni. Le forniture di acqua potabile e elettricità si stanno via via ripristinate. I feriti, spesso sono curati per strada e il pericolo di epidemie è alto. per evitare questo i morti identificati saranno sepolti in massa.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui