XXIX Sagra del Pistacchio a Bronte, l’ultimo weekend per gustarne i sapori

0
475
Fonte Foto: sicilianfan.it

È giunta alla XXIX edizione la Sagra del Pistacchio a Bronte. La tradizionale manifestazione dedicata all’oro verde DOP del comune etneo ai avvia alla conclusione. Oggi è iniziato l’ultimo weekend a disposizione per quest’anno.

Perché proprio Bronte e come si lavora il Pistacchio?

La Sicilia è l’unica regione italiana dove si produce il pistacchio e Bronte, con oltre tremila ettari di coltura, ne rappresenta l’area di coltivazione principale, con una produzione che fa del pistacchio un prodotto di nicchia di grande valore. La raccolta viene effettuata ancora con le tecniche di un tempo tra le pendici dell’Etna. Dal frutto sulla pianta bisogna togliere prima il mallo, poi il guscio e per finire la pellicina che ricopre il verde pistacchio. Dopo la raccolta, va essiccato per ridurre la percentuale di umidità fino al 4% e così si ha la cosiddetta “tignosella”, il pistacchio non ancora sgusciato.

Expo del Pistacchio

L’Expo del Pistacchio di Bronte promuove lo squisito frutto verde che cresce alle pendici dell’Etna e i prodotti da essi derivati. Il pistacchio di Bronte è particolarmente pregiato e ricercato per il suo sapore aromatico e gradevole. L’olio, estratto dal frutto, trova applicazione addirittura in dermatologia per le sue doti ammorbidenti. È chiaramente in cucina, però, che trova la sua massima esplosione di gusto. Il pistacchio si può utilizzare sia per i piatti dolci, che per i piatti salati.

La sagra, che si snoda lungo tutto il centro storico e la via principale, il Corso Umberto, permette a migliaia di visitatori, cittadini e turisti di assaggiare il pistacchio in tutte le sue forme: dalle paste di pistacchio al pesto di pistacchio, alla salsiccia o alla filetta al pistacchio, cioè il tradizionale dolce brontese guarnito del prezioso frutto. Particolare e molto venduta è la Pistacchiella, una di Nutella di colore verde, dal gusto inconfondibile. Ad affiancare i produttori locali ci sono anche alcuni rappresentanti di aziende inglesi, spagnole, finlandesi e statunitensi che espongono le foto delle loro pasticcerie.

Fonte Foto: zero.eu

Programma dell’ultima settimana dell’evento

Tutti gli appuntamenti in programma fanno parte di quello che, attraverso la Sagra del Pistacchio, è diventato un vero circuito turistico del gusto, ma anche delle tradizioni e dell’arte. La città di Bronte offre, infatti, non solo l’oro verde che produce, ma anche numerosi monumenti storici che potranno essere visitati dai turisti. Durante la manifestazione sono state organizzate, infatti, visite guidate del centro storico, mostre, convegni, spettacoli ed altri eventi.

Per la serata di oggi è previsto uno spettacolo musicale itinerante, uno spettacolo di bolle di sapone, oltre ad una serata danzante e una cover BandLivenditti“. La giornata di sabato si articola in diverse esibizioni e spettacoli musicali, ma anche uno di magia ed illusionismo.

Per chiudere in bellezza, domenica ci saranno altri spettacoli, fanfara dei Bersaglieri dell’Etna, premiazione del concorso “Expo in vetrina“. La sera è dedicata alla musica: si esibiranno diversi gruppi musicali, ma in particolare i “Violinisti in Jeans“.

Tutti gli appuntamenti in programma fanno parte di quello che, attraverso la Sagra del Pistacchio, è diventato un vero circuito turistico del gusto, ma anche delle tradizioni e dell’arte. La città di Bronte offre, infatti, non solo l’oro verde che produce, ma anche numerosi monumenti storici che potranno essere visitati dai turisti. Uno studente brontese, Emanuele ci racconta un po’ come vive la sagra: “Ogni anno è un evento imperdibile. Mi rendo conto che c’è tanta, tanta confusione per le vie del centro storico, ma quelle due settimane sono davvero organizzate nei minimi dettagli. È un evento che fa bene non solo al paese in quanto tale, ma anche ai cittadini e ai commercianti, perché il nostro pistacchio attrae molti turisti da ogni parte della Sicilia e non solo. È un orgoglio per me quando il mio paese viene riconosciuto e associato al pistacchio“.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui