Povertà in Italia: è record dal 2005 nel Mezzogiorno situazione difficile

0
89

La povertà in Italia non è stata mai così elevata dal 2005. Si tratta parla di 1,778 famiglie  pari al 6,9% delle famiglie residenti, 8,4% dell’intera popolazione. A fornire questo dato, aggiornato al 2017 è stato il presidente facente funzione dell’Istat, Maurizio Franzini, in audizione sulla Nota di aggiornamento al Def alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Italia povera Sud poverissimi

Il fenomeno della povertà assoluta interessa, secondo Istat il 6,2% dei cittadini italiani 3 milioni 349 mila e il 32,3% degli stranieri; questo è pari a 1 milione e 609 mila individui. Nello specifico, nel 2017 quasi la metà sono residenti nel Mezzogiorno, con un’incidenza dell’11,4% sulla popolazione, mentre al Centro e al Nord l’incidenza è simile, pari rispettivamente al 5,1% e al 5,4%. Al Sud il fenomeno interessa il 10,25% degli italiani e il 40% degli stranieri, “la cui consistenza numerica è tuttavia estremamente ridotta”.

“Prospettive non favorevoli”

Franzini, durante l’audizione, ha poi sottolineato che “le prospettive a breve termine dell’economia in base ai segnali forniti dall’indicatore anticipatore stimato dall’Istat non risultano favorevoli: negli ultimi mesi l’indicatore ha seguito un andamento discendente lasciando prevedere il prolungamento della fase di crescita contenuta“.

Chi sono definiti poveri?

Per “poveri assoluti”, l‘Istat intende coloro che non possono affrontare la spesa mensile sufficiente ad acquistare beni e servizi considerati essenziali per uno standard di vita minimamente accettabile. Questo dipende e quindi varia dunque in base ai componenti del nucleo e al territorio. Poter comprare vestiti, avere la capacità di movimento sul territorio, riuscire ad informarsi etc.. Ad esempio, secondo il calcolo Istat per un adulto di 18-59 anni, che vive solo, la soglia di povertà è pari a 826,73 euro mensili. Questo se risiede in un’area metropolitana del Nord, mentre scende a  742,18 euro se vive in un piccolo comune settentrionale. Se invece risiede in un piccolo comune del Mezzogiorno si arriva  a 560,82 euro. La soglia della povertà relativa è invece, per una famiglia di due componenti,  pari alla spesa media per persona nel Paese: nel 2017 è stata di 1.085,22 euro mensili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui