Allarme pensioni: Boeri “il sistema 100 porterà vantaggio per alti redditi”

1
510

Secondo Tito Boeri, presidente dell’Inps, è allarme pensioni. Il metodo 100 non funzionerà e porterà a un debito che sarà riversato sulle future generazioni. “Sarà solo a vantaggio dei redditi alti”, ha spiegato il presidente dell’Inps .Matteo Salvini non sente ragioni “andiamo avanti.

Per Boeri la riforma pensionistica aiuterà i ricchi

Il presidente dell’Inps Tito Boeri ha espresso le sue perplessità sulla riforma pensionistica proposta in manovra economica dal Governo gialloverde. Secondo lui l’introduzione della quota 100 con un minimo di 62 anni di età e 38 di contributi porterà ad un incrementeo del debito pensionistico. Se a questo si aggiunge  lo stop all’indicizzazione alla speranza di vita per i requisiti contributivi nella pensione anticipata gli effetti saranno tali da avere 100 miliardi in più di disavanzo, che pagheranno le future generazioni.

I numeri ipotizzati da Boeri

“Non possiamo esimerci – ha detto Boeri – dal lanciare un campanello d’allarme“. Il risparmio, come puntualizzato dal presidente dell’Inps sarà irrisorio e inferiore a 150 milioni di euro. Questo inoltre sarebbe raggiunto solo se si tagliasse sulle pensioni superiori a 90.000 annui, considerando l’intero periodo pensionistico e non le singole pensioni. La riduzione massima sarebbe del 23% mentre quella media sarebbe dell’8%. Gli interventi ipotizzati sulle pensioni dal Governo “sono a vantaggio degli uomini, dei redditi alti e dei lavoratori pubblici e penalizzano fortemente le donne. Sono beffate, spinte ad accettare l’uscita con Opzione donna con un taglio consistente della loro pensione e ora vedono uscire gli uomini in anticipo e con la pensione piena”, ha detto spiegando che la platea per quota 100 riguarda per il 90% uomini che potrebbero senza alcuna decurtazione. La riapertura di “Opzione donna” è “in stridente contrasto” con le altre ipotesi.

Salvini “non ascolto i professoroni”.

“Da italiano invito il dottor Boeri, che anche oggi difende la sua amata legge Fornero, a dimettersi dalla presidenza dell’Inps e a presentarsi alle prossime elezioni chiedendo il voto per mandare la gente in pensione a 80 anni – ha detto Salvini -.Più alcuni professoroni mi chiedono di non toccare la legge Fornero, più mi convinco che il diritto alla pensione per centinaia di migliaia di italiani, che significa diritto al lavoro per centinaia di migliaia di giovani sia uno dei meriti più grandi di questo governo”:

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui