Moscovici sulla manovra economica: “Saremo imparziali e pronti al dialogo”

0
702
Moscovici sulla manovra economica

A Roma, dove è in visita, Pierre Moscovici è tornato a parlare sulla manovra economica. “Siamo affianco degli italiani e dell’Italia. Per noi è sempre al centro delle politiche economiche europee. Per noi il problema non sta nel deficit al 2.4%”.

“I disaccordi andranno discussi in sede europea”

La nostra lettera di ieri – ha detto Moscovici – è essenziale per capire i nostri disaccordi e gestirli in modo intelligente e sereno. Ho potuto costatare da tutti i miei interlocutori che vi è l’auspicio che l’Italia rimanga al centro dell’Europa. I disaccordi in materia economica quindi andranno discussi in ambito europeo. Le cose sono chiare tra la commissione e le autorità italiane. Non siamo venuti qui per annunciare decisioni o per dare lezioni all’Italia”.

Le domande dell’Ue nella lettera a Tria

Abbiamo tre domande precise – ha chiarito Moscovici – il livello del deficit, l’evoluzione del debito e le previsioni di crescita. La lettera che ho consegnato ieri al ministro Tria riassume queste tre nostre preoccupazioni. Aspettiamo una risposta per lunedì a mezzogiorno. Vorrei precisare che non riguardano le priorità del bilancio. Questo perché rispettiamo l’autorità del Governo italiano, che è libero di investire in infrastrutture, di creare un reddito di cittadinanza. Può anche concentrarsi sulla lotta alla povertà. Le nostre domande riguardano il bilancio in termini globali, il finanziamento di queste nuove spese, l’impatto per l’economia e per gli italiani nei prossimi anni. Noto l’impegno di Tria per rilanciare la crescita e ridurre il debito. Condividiamo questi sforzi politici“.

Le rassicurazioni di Moscovici

Infine Moscovici ha spiegato che “Da parte mia do tre garanzie alle autorità italiane. L’Italia è trattata come le altre, senza giochi politici. Per l’Italia nutro molta simpatia. La commissione sarà sempre a fianco dell’Italia. L’iter è aperto, noi non abbiamo preso nessuna decisione e aspettiamo le risposte lunedì. La decisione della commissione sarà basata sull’interesse generale. la missione della Commissione europea è garantire la prosperità degli stati, dei cittadini e delle imprese. Quindi restiamo fedeli a questa missione essenziale, basati su principi comuni per garantire la stabilità della nostra moneta. Il dialogo è fondamentale Non abbiamo intenzioni di creare tensioni“, ha concluso Moscovici.

 

 

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook o iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui