Conte sul decreto fiscale: nessuna depenalizzazione. Pace fatta

0
761
Conte sul Decreto fiscale

Governo compatto sul decreto fiscale. “Nessuna causa di impunibilità nel decreto” ha detto il premier Conte alla conferenza dopo il Cdm di oggi.

Tolte tutte le cause di non punibilità

Alla conferenza stampa al termine del Cdm bis per il decreto fiscale e la risposta ai rilievi europei, il Premier Conte ha spiegato che “Questo Cdm di oggi si era riservato anche di poter intervenire qualora ci fossero prefigurati dei dubbi di natura politica. Abbiamo approvato il decreto fiscale nella sua stesura definitiva– Conte ha ribadito -.L‘accordo si è trovato sulla base delle coordinate originarie. Abbiamo precisato che la pace fiscale non riguarda capitali, attività finanziarie detenuti e generati all’estero. Sono state tolte tutte le cause di non punibilità. Vengono ribadite le coordinate originali: la dichiarazione integrativa riguarderà il 30% in più del dichiarato con il tetto massimo di 100mila euro per anno di imposta. In sede di conversione sarà introdotta una formulazione tecnica adeguata per offrire una definizione agevolata per tutti quei contribuenti che si trovano in un’oggettiva e comprovata difficoltà economica”.

Sulla manovra economica Conte ha ribadito che sarà spiegata alla Comunità europea. “Non dimentichiamoci che stiamo facendo parecchie riforme. Noi non abbiamo assolutamente gonfiato i numeri presentati“.

Saldo e stralcio sulle cartelle di Equitalia

Salvini ha dichiarato  “Finalmente finiti tre giorni surreali, non volevamo fare nessuna depenalizzazione. Nessun danno viene per nuocere, poichè abbiamo recuperato il saldo e stralcio delle cartelle di Equitalia. Varrà solo per persone per donne, uomini e società con reali provblemi economici e che abbiano regolarmente presentato la dichiarazione dei redditi. Sull’Europa vogliamo starci e cambiare le regole“.

Di Maio ha detto: “Nasce finalmente uno Stato amico che non distrugge la vita ai contribuenti. Abbiamo fatto un notevole passo avanti per gli italiani”.

La crisi di governo che alcuni avevano paventato, pertanto non c’è stata. Il caso è scoppiato solo, come ha ribadito Conte, per un fraintendimento (qui per i dettagli).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui