Medici ospedalieri contro la manovra: “stop a straordinari, fondi insufficienti”

0
185
Medici contro la manovra

Nella giornata di oggi, 22 ottobre, i medici ospedalieri contro la manovra del 2019, si asterranno dagli straordinari. A loro dire i fondi stanziati per la Sanità sarebbero insufficienti.

Fondi insufficienti

I camici bianchi chiedono al Governo un programma di assunzioni, necessario, secondo quanto da loro riferito, per far fronte ai pensionamenti previsti dal 2018 al 2023. Pertanto dovrebbero essere garantiti almeno 3mila nuovi contratti di formazione specialistica per garantire una programmazione dei fabbisogni formativi in linea con le esigenze del Ssn. Questa forma di protesta segue la manifestazione di Piazza Montecitorio, dove lunedì si era tenuto un sit-in organizzato dall’Intersindacale medica, veterinaria e sanitaria.

Straordinari non pagati e ferie non godute

Come sottolineato dal sindacato Anaao Assomed, gli straordinari sono un punto dolente. Secondo quanto riferito dallo stesso sindacato, infatti, sarebbero 15 milioni le ore non pagate a circa 10mila medici ospedalieri. Vi sarebbero inoltre, per i medici più anziani, anche 300 giorni di ferie non godute.

Il segretario nazionale  FpCgil Medici, Andrea Filippi ha detto che “Il disagio lavorativo è ormai all’estremo la cittadinanza non lo sopporta più e sta peggiorando il fenomeno delle aggressioni. Oggi scopriamo che vengono finanziati solo 280 milioni in più del miliardo già previsto dal governo Gentiloni, e questi 280 milioni servono a malapena per coprire i farmaci oncologici”. La protesta continuerà con altri giorni di sciopero previsti il 22 e il 29 ottobre e il 9 novembre.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui