Dj Fabo morte per eutanasia, svolta l’udienza in Corte Costituzionale

0
465
Dj Fabo morte eutanasia Marco Cappato
Fonte foto Ansa

Svolta importante dopo Dj Fabo morte per eutanasia. Si è svolta oggi l’udienza in Corte Costituzionale con tema “L’aiuto al suicidio assistito”. Fulcro nevralgico è stato il caso relativo a Marco Cappato, rappresentante dell’associazione Luca Coscino, che accompagno Dj Fabo in Svizzera.

Dj Fabo morte per eutanasia storia

Nel corso di questi anni abbiamo avuto modo di conosce la storia di Dj Fabo, nome d’arte di Fabio Antoniani. La vita dell’uomo è radicalmente e drasticamente cambiata dopo l’incidente automobilistico autonomo, scaturito da una sua distrazione. Dj Fabo, infatti, il 13 luglio del 2014 ha urtato violentemente contro un’altra auto, provocando così l’incidente in questione. Fabio Antoniani, in quel preciso momento, dopo aver concluso una serata in un locale milanese, si è distratto alla guida mentre cerca di raccogliere il cellulare caduto a terra nella sua auto. Da quel momento in poi l’uomo è diventato cieco e tetraplegico, costretto a vivere una vita che, secondo lui, non poteva più essere definita tale. Il punto di svolta arriva con il Dj Fabo morte per eutanasia, sostenuto appunto da Marco Cappato.

Quando è morto Dj Fabo?

La storia di Dj Fabo ha animato per diverso tempo le pagine dei quotidiani italiani e non solo… Le Iene hanno avuto modo di recarsi nell’abitazione del dj milanese che ha raccontato la sua storie e il “perché” relativo al suo desiderio di morire. Alla base di tutto c’era una vita che non era più tale. Fabio Antoniani, alias Dj Fabo, era sulle ali di una vita ribelle. Una carriera musicale costruita nei locali di Milano e che in parte si era spostata anche in India. A supportarlo in tutto la sua fidanzata, Valeria Imbrogno, anche quando Dj Fabo aveva chiesto aiuto al presidente Mattarella.

quanto è morto Dj Fabo
Fonte Foto Le Iene

Dopo anni di lotte, quando è morto Dj Fabo? Fabio Antoniani si è spento in Svizzera, il 27 febbraio 2017, in una clinica che pratica l’eutanasia. Ad accompagnarlo nel suo ultimo viaggio la fidanzata Valeria e Marco Cappato. Il rappresentante della Associazione Luca Coscino, prima indagato per la morte del ragazzo, ha discusso in durante un’udienza in Corte Costituzionale “L’aiuto al suicidio assistito”.

Corte Costituzionale: Aiuto al suicidio assistito

Marco Cappato indagato per istigazione al suicidio, dopo la morte di Dj Fabo ha dovuto subire un processo. La sua condanna per istigazione è stata successivamente confermata anche di fronte la Corte D’Assise di Milano. Quanto detto ha fatto si che lo scorso febbraio la Corte D’Assise di Milano inviasse gli atti alla Consulta al fine di valutare la legittimità dell’articolo 580 del codice penale che prevede appunto l’istigazione al suicidio davanti il giudice costituzionale relatore, Franco Modugno. Ad assistere Marco Cappato c’è l’avvocato Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni. Presente anche la fidanzata di Dj Fabo, Valeria Imbrogno.

Dj fabo fidanzata

Governo costituito a difesa della legge

Durante l’udienza con oggetto “L’aiuto al suicidio assistito” il Governo ha deciso di costituirsi a difesa della legge, rappresentati dall’avvocato Gabriella Palmeri. A discutere in questo momento sono i giudici costituzionali. Il primo a parlare è appunto il relatore Franco Modugno, a seguire troviamo Filomena Gallo, Vittorio Manes e gli altri legali di Marco Cappato a difesa del diritto ad autodeterminarsi. Successivamente sarà il turno dell’avvocato dello Stato, Gabriella Palmieri, che si concentrerà sulla riserva di legge e il rischio che potrebbe provocare una dichiarazione di illegittimità costituzionale relativa a un vuoto normativo, che a sua volta potrebbe provocare un danno verso i soggetti più deboli, senza nessuna distinzione tra malati con gravi patologie e vittime degli haters sui social.

IN AGGIORNAMENTO 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui