«Standard di bellezza malsani»: accuse al brand Victoria’s Secret

0
873
accuse al brand Victoria's Secret

La moda propone sempre dei canoni. Canoni che nel tempo subiscono cambiamenti radicali. Ad oggi la bellezza estetica è legata ad una magrezza, per alcuni eccessiva. E le critiche non mancano. A rivolgere le accuse al brand Victoria’s Secret è Bridget Malcolm ex “angelo” del marchio.

“Standard di bellezza malsani”. Bridget Malcom accusa Victoria’s Secret

Manca poco ormai all’attesissimo show del marchio di lingerie Victoria’s Secret che si svolgerà a New York l’8 Novembre. Ma, a poche settimane dallo spettacolo, la top venticinquenne Bridget Malcom si scaglia contro l’azienda con un’accusa legata ai canoni fisici imposti dal marchio.

In un post su Instagram, datato 16 ottobre, la modella scrive: “Questo momento dell’anno è interessante per me – scrive Bridget -. È il periodo in cui le modelle iniziano ad allenarsi duramente e mangiano sempre meno. Ripensando al mio tempo trascorso in quello show, sono sempre colpita da quanto stessi male. Mi ingannavo completamente credendo di essere sana, in forma e pensavo di promuovere una rappresentazione onesta della donna. Il fatto di essere stata premiata con un lavoro di alto profilo perché mi ero lasciata morire di fame in modo così drastico mi fa sentire ancora a disagio”.

La bellezza non è sinonimo di sottopeso

Secondo la modella dunque, l’azienda di lingerie premierebbe le modelle che “si lasciano morire di fame”. Un messaggio sbagliato, una ricerca continua verso standard di bellezza irraggiungibili. Quasi un voler affermare che la bellezza sia sinonimo di sottopeso. “Ho visto troppe mie amiche premiate per lo stesso comportamento pericoloso e poi penalizzate quando hanno osato presentarsi a un casting con qualche chilo in più“.

Robyn Lawley, top curvy dice la sua

Ma la top model Bridget non è l’unica ad essersi scagliata contro Victoria’s Secret. Anche la top curvy Robyn Lawley ha boicottato il fashion show attraverso una petizione. Il motivo? Anche per quest’anno il marchio non ha voluto ingaggiare modelle plus-size.

Novità tutta italiana

L’intimo di Victoria’s Secret, tra i marchi di lingerie più sexy al mondo, arriva a Roma, col suo primo store tutto italiano. Un assortimento completo di tutte le collezioni di Victoria’s Secret, insieme alle fragranze, le collezioni per la cura del corpo, reggiseni, slip, articoli sportivi e prodotti di bellezza. Il marchio dunque continua ad avere successo e ad essere apprezzato dal pubblico, nonostante le critiche mosse all’azienda.

E voi, lettori di Free Press Online, cosa ne pensate? La moda, come tutte le cose in fondo, ha sicuramente le sue regole, i suoi standard, i propri canoni. Si lega alla cultura, al contesto storico di cui fa parte, detta regole che matematicamente vengono poi stravolte. Perché la moda fa questo, cambia e stravolge. E ciò che ad oggi appare perfetto, domani potrebbe non esserlo più. Basta questa piccola considerazione per far sì che cresca la consapevolezza in ognuno di noi che la moda è fatta di regole e che come tutte le regole della moda, possono essere stravolte e risultare comunque eccezionali. Non c’è nessun canone perfetto dunque. Perfetti siamo solo noi nella nostra unicità. Questo occorre apprendere della moda. Il distinguersi, mantenendo la propria identità.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui