Giornata mondiale della pasta: piatto amato in Italia e all’estero

0
563
Giornata mondiale della pasta

Poco da discutere, per quanto riguarda il cibo, l’Italia è uno dei Paesi in cui la cucina viene maggiormente apprezzata. Mangiare è uno dei piaceri della vita, ed in particolare, la pasta italiana è uno dei cibi più appetibili ai più. Ecco i dati diffusi da Aidepi, l’Associazione delle industrie del Dolce e della Pasta Italiane alla vigilia della giornata mondiale della pasta.

World Pasta Day: XX edizione della giornata mondiale della pasta

Il cibo italiano più apprezzato? La pasta. A confermarlo sono i dati forniti da Aidepi, l’Associazione delle industrie del Dolce e della Pasta Italiane. Sono 200 i paesi nel mondo dove si consuma la pasta tricolore, dove 1 piatto su 4 è Made in Italy. La semola di grano duro è sicuramente la tipologia più consumata, il formato più amato? Ovviamente gli spaghetti.

In fondo hanno fatto la storia, protagonisti di alcune scene indimenticabili di film destinati a rimanere nei secoli. Ricordate la scena di Totò e gli spaghetti nel film “Miseria e nobiltà“? Totò balla. Balla sul tavolo e mangia, e quello che non riesce a ingurgitare lo prende a piene mani infilandolo nelle tasche. Beh, magari piuttosto che mettere gli spaghetti in tasca, meglio in padella: cipolla, peperoncino ed olio evo e il piatto è pronto.

Il consumo di pasta è in continua crescita

Alla vigilia del XX World Pasta Day, occorre precisare che in 20 anni sono raddoppiate le esportazioni passate da 740mila a 2 milioni di tonnellate. Un trend positivo che continua a crescere anche nei primi 7 mesi del 2018. I 4 paesi in cui maggiormente si esporta la pasta sono la Germania, il Regno Unito, la Francia e gli Stati Uniti, con una crescita media è dell’8%, con punte dell’11% in Francia.

Tradizione e innovamento

Un settore che deve il suo successo al giusto mix tra innovamento e tradizione. Novità legate soprattutto a benessere e salute. Da qui il consumo sempre più alto di pasta integrale, biologica, senza glutine o con l’aggiunta di ingredienti come legumi, spezie e superfoods e poi ancora quella a rapida cottura, pronta in 4 minuti, senza essere precotta è ottenuta con particolari tecniche di lavorazione, più ricca d’acqua rispetto alla pasta comune e quindi, a parità di peso, fornisce anche meno calorie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui