Giunta di Governo Siciliana su maltempo e terremoti, ecco le decisioni

1
504
Fonte Foto: ilsole24ore.com

La Giunta di Governo Siciliana si è riunita per prendere provvedimenti a seguito del terremoto che ha colpito lo scorso 6 ottobre alcuni paesi etnei (per saperne di più, clicca qui). Le decisioni riguardano anche i danni causati dal maltempo che in questo periodo si è scagliato sulla Sicilia (per conoscere tutti i dettagli, clicca qui e clicca qui).

Le decisioni della Giunta per i danni del terremoto

La Giunta di Governo Siciliana a Catania ha preso provvedimenti per la Regione. A convocarla è stato Nello Musumeci, il presidente, a seguito dei danni causati dal terremoto e dal maltempo. Ha deciso di invitare anche Calogero Foti, capo della Protezione Civile Regionale, in modo da offrire delle soluzioni a 360°.

Come prima tappa, si è deciso di ricostruire quattro edifici scolastici a Biancavilla, affinché possano riaprire presto. Gli istituti in questione sono Sturzo, Marconi, Verga e Don Bosco. I costi sono stati quantificati intorno a 800mila euro.

La Giunta di Governo Siciliana sul maltempo

Lo stato di calamità naturale è stato esteso a Piazza Armerina e Alcamo. Il governatore si è recato personalmente, al termine della riunione della Giunta, nelle zone interessate maggiormente dall’alluvione. Il fine è quello di parlare con i sindaci di Militello in Val di Catania, Scordia, Palagonia e Ramacca per ripristinare la vivibilità delle città.

Giunta di Governo Siciliana
Fonte Foto: meteoweb.eu

Ingenti danni anche sull’agricoltura

L’assessore Edy Bandiera ha richiesto al Ministero delle Politiche Agricole una deroga per attivare degli interventi a tutela dell’agricoltura. La richiesta è volta a risarcire i danni assicurabili. Questo consentirebbe un intervento per compensare i danni causati dal maltempo a favore delle imprese agricole siciliane che non hanno sottoscritto polizze a copertura del rischio “avversità catastrofali”.

Gli Ispettorati provinciali agrari stanno comunque verificando sul campo. Tra i primi risultati le produzioni orto-frutticole di qualità sono quelle maggiormente colpite, oltre alle coltivazione in pieno campo e in serra.

È stato approvato anche il Bando per l’assegnazione dei Comuni del Fondo di prevenzione e gestione del rischio idrogeologico e idraulico, che è stato istituito dalla Legge di stabilità regionale di quest’anno. A disposizione degli Enti locali siciliani ci saranno diverse figure professionali, al fine di implementare un sistema informativo geografico per la governance della difesa del suolo e della gestione delle risorse idriche.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram!

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui