Infermiera aggredita a Fermo reagisce a colpi di bottiglietta d’acqua

0
344
Infermiera aggredita a Fermo
Fonte Foto: infermieristicamente.it

Infermiera aggredita a Fermo, nelle Marche, mette in fuga il ladro prendendolo a colpi di bottiglietta d’acqua. La reazione è stata spontanea, un’autentica risposta della donna che ha reagito bene all’aggressione. Quando l’acqua salva la vita…

Infermiera aggredita a Fermo: l’accaduto

Nel parcheggio riservato al personale dell’ospedale vicino all’Ipsia, un ladro ha provato a rubare la borsa di un’infermiera che da poco aveva finito il suo turno a lavoro. La donna di 36 anni lavora all’Ospedale Murri e quando il ladro si è avvicinato a lei, poco dopo la mezzanotte di ieri, ha avuto la prontezza di colpirlo ripetutamente con una bottiglietta d’acqua che aveva con sé.

Il racconto dell’infermiera vittima dell’aggressione

L’infermiera racconta così tutto quello che le è successo: “Ero appena uscita dal lavoro quando, dopo aver percorso Via Foscolo e aver attraversato a piedi la circonvallazione nord, mi sono trovata di fronte un uomo a volto scoperto tra i 35 e i 40 anni, che mi è saltato addosso. Dopo avermi spintonata, ha cercato di rubarmi la borsa“. Il ladro ha rinunciato a completare il furto, data la reazione della donna. Subito dopo, l’infermiera ha chiamato il 113 per chiedere aiuto”.

Infermiera aggredita a Fermo

Il parcheggio… posto ideale per ladri e aggressori

Il parcheggio sembra essere un luogo molto ambito per i ladri dove compiere dei veri e propri furti. Poco illuminato e sito in un luogo isolato, nelle ore notturne il parcheggio diventa il terreno preferito per aggressori e ladri. Infatti, oltre l’infermiera aggredita a Fermo, sette mesi fa anche un medico era stato preso di mira nello stesso posto da due aggressori. L’uomo era stato derubato del portafoglio che conteneva 200 euro. L’anno scorso pure un’altra infermiera intorno alle cinque del mattino, recandosi a lavoro, era stata vittima di un furto. La donna ha cercato di difendersi prendendo il rapinatore a colpi di ombrello.

Il parcheggio, insomma, non è per niente un luogo sicuro e a confermarlo sembrano essere queste aggressioni che si sono successe nel medesimo posto.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui