Sara Anzanello morta a soli 38 anni: la notizia shock che spiazza tutti

0
95
Sara Anzanello morta
Fonte Foto: gazzetta.it

Sara Anzanello morta: la campionessa di pallavolo si è spenta a soli 38 anni, dopo una lunga malattia che l’ha colpita nel 2013. La notizia è stata annunciata su Volley Ball.it.

Sara Anzanello e la sua malattia

Sara Anzanello dal 2013 soffriva di una grave forma di infezione, che le ha cambiato la vita. La campionessa durante l’avventura in Azerbaigian all’Azerreyl Baku è stata portata in ospedale e ricoverata a Milano. Qui ha subito un trapianto di fegato a causa di epatite violenta, ma l’intervento riesce. Sara, da allora, ha lottato per anni, ma alla fine non ce l’ha fatta. Ha affrontato anni lunghi di riabilitazione ed è riuscita a giocare anche in Serie B nel 2016 a Novara. Addirittura, già nel 2014-2015 aveva lavorato come supporto team manager per il Club Italia, impegnato in Serie A2.

La carriera di Sara Anzanello

Sara Anzanello aveva conquistato tante vittorie e grandi traguardi, ma la malattia ha avuto la meglio su di lei. Nel 2002 ha vinto il Mondiale e nel 2007 e nel 2011 due coppe del Mondo. Al World Gran Prix nel 2004 e nel 2005 si è aggiudicata due medaglie d’argento, oltre ad un argento agli Europei sempre nel 2005 e nuovamente due bronzi al World Gran Prix nel 2006 e nel 2008. A questo va aggiunto il riconoscimento come “Miglior Muro” allo steso World Gran Prix nel 2006.

Sara Anzanello morta
Fonte Foto: urbanpost.it

Sara Anzanello morta: i messaggi di cordoglio per la campionessa

Il web e il mondo della pallavolo esplode in migliaia di messaggi di condoglianze e di affetto per Sara. Una notizia che ha scosso tutti, tifosi e non. I messaggi provengono anche dalle sue compagne giocatrici, sottolineando il buon cuore di Sara: “Non ci sono parole in questi momenti, sarai sempre nel cuore“.

Noi di Free Press Online ci uniamo al dolore e porgiamo le nostre sentite condoglianze, essendo vicini alla famiglia e a tutto il mondo della pallavolo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui