Toninelli sulla Tav: “troveremo accordo con la Francia per non farla”

0
237
Toninelli sulla Tav

Sempre più vicino lo stop ai lavori dopo l’intervento del ministro dei Trasporti e Infrastrutture Danilo Toninelli sulla Tav. La Francia verso il no alla prosecuzione dei lavori.

Anche la Francia sarebbe d’accordo allo stop

“Ci metteremo d’accordo con la Francia per non fare la Tav. Mi risulta che Macron abbia escluso la Tav dalle priorità infrastrutturali proprio dopo aver valutato costi e benefici. E non ha stanziato risorse per finanziare il percorso dalla galleria a Lione”. Queste le parole del  ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a Bruno Vespa per il nuovo libro “Rivoluzione. Uomini e retroscena della Terza Repubblica” in uscita il 7 novembre per Mondadori Rai Eri.

Toninelli ha contestato la versione del commissario per la Tav Paolo Foiella secondo cui il blocco dell’opera costerebbe all’Italia oltre due miliardi di risarcimento danni: “Tutto sbagliato. Dalle prime avvisaglie direi che non è assolutamente una cifra che sta in piedi”, ha assicurato il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture.

Critico Boccia: “un opera che ci consente di essere competitivi”

Di idee opposte il presidente di Confindustria Boccia, che porta avanti la tesi che i lavori debbano essere portati a termine. “Nel Paese – ha detto infatti il presidente di Confindustria – bisogna rimettere il lavoro al centro delle attenzioni. Non ci sembra, a partire da ieri con la Torino-Lione, che si voglia andare verso questa direzione e aprire il Paese all’idea di Europa di cui abbiamo bisogno per essere competitivi dal di fuori dei cancelli delle fabbriche e costruire un Paese più ricco in modo da ridurre i divari”.  “Spero – ha continuato Boccia – che anche per la Tav, come per il Tap in Puglia, il presidente Conte si assuma la responsabilità di farla. Il problema – ha chiosato Boccia – non sono le penali ma quanto ci costa e quanto perdiamo in futuro rispetto agli altri. La penale del presente è solo una dimensione del problema. Il tema é qual è la dimensione di futuro e quale l’impatto sull’economia reale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui