La F.C. Torinese fa sul serio chiede iscrizione alla Figc come squadra più antica d’Italia

0
352
Una squadra, di cui la storia non è molto nota, è la squadra più antica d’Italia. Si tratta della F.C. Torinese. Ufficialmente si pensava che la piu’ antica fosse il Genoa essendo stata costituita nel 1893 nelle sale del consolato britannico come polisportiva di atletica e cricket. Inizierà però a fare football solo 3 anni dopo grazie al dott. James Spensley che con 5 lire entro’ nel direttivo della società e face partire la sezione calcistica.

A Torino s’intravede la leggenda

Meglio conosciuta coma “palestra magenta” la polisportiva Società Ginnastica di Torino ha come motto “Si coltiva un sogno e si respira la storia dello sport”. Dal 1844 pratica tutti gli sport ed avrebbe potuto partecipare insieme alla Società Udinese di Ginnastica e Scherma, Palestra Ginnastica Ferrara, Società Ginnastica Velocipedistica Trevigiana, Pio Istituto Turazza e Vittorio Veneto alla “Prima gara nazionale di giuochi ginnasti – campionato nel giuoco del calcio” peccato che quel calcio brillantemente spiegato da Francesco Gabrielli (1857-1899) nel suo “Le origini del calcio in Italia: dalla ginnastica allo sport” fosse diverso da quello poi praticato posteriormente e quindi mai riconosciuto dalla futura F.I.F. divenuta poi F.I.G.C.  ma che continuarono a disputare sino al 1913. Gabrielli nel 1896 pubblica un libro dove le spiega e le applica al  Concorso Ginnastico di Treviso del 1896 di cui lui fu il sovrintendente ai nuovi giochi.
Si trattava però di un gioco diverso dal football che conosciamo oggi. Era un misto tra Foo-ball e Rugby. In Italia vede luce nel 1887, grazie allo svizzero di adozione, torinese d’origine Edoardo Bosio. In un viaggio d’oltre manica apprese della nuova disciplina sportiva, che aveva visto praticare in Svizzera da ragazzi d’oltre manica.

Da Notthingham Bosio porta un nuovo gioco

Al ritorno da Nottingham, Bosio, con la collaborazione di un gruppo di inglesi dipendenti della ditta Adams della stessa città inglese, nasce il Foot Ball & Cricket Club Torino. Ai suoi inizi il club si dedica nel periodo estivo all’alpinismo, cricket e al canottaggio. In quello invernale al calcio, con i colori rosso e nero. Nasce così il primo club dedito, a livello dilettantistico al gioco del calcio. Oltre Bosio troviamo personaggi come Beaton, Beltrami, Dobbie, Pecco, Savage, Kilpin (futuro fondatore del Milan F.C.) ma che arrivera’ a Torino solo nel 1891) Weber ed altri. Manca dove giocare, i terreni non sono idonei. Mancano anche gli avversari per organizzare gli incontri. La svolta si ha nel 1889 quando venne costituito un nuovo club in un luogo di ritrovo della gioventù torinese: il “patinoire” di Valentino.
Si chiamano “Nobili” e ne fanno parte il Duca degli Abruzzi, il Marchese Ferrero di Ventimiglia, il Barone Casana, Nasi, Colongo e altri rappresentanti dell’alto ceto cittadino. La maglia è oro-nera a strisce verticali. Subito scoppia l’aria di derby in città, con le due squadre contrapposte fra loro. Nel 1891 le due società si fondono grazie all’arrivo di Herbert Kilpin con il nome di “Foot Ball Club Internazionale”.  I colori sociali sono arancio e nero a strisce verticali ma anche bianconero e granata e le regole sono quelle del Foot-ball Association ormai unificate in Inghilterra dopo le vicissitudini trascorse con rivalita’ tra Sheffield, Nottingham ed Oxford. 

Dalle amichevoli ai primi tornei interregionali

La squadra inizia a giocare tantissime partite amichevoli, contro varie compagini di marinai inglesi. La formazione è composta da: Beaton, Kilpin (futuro fuoriclasse del Milan), Dobbie, Lubatti, Schoenbrod (futuro primo presidente del  F.C.Torino), Pecco, Beltrami, Weber, Bosio, Savage, Nasi. Una grande vittoria arriva nella primavera del 1893, per 2-1 contro una rappresentativa inglese. Weber e Schoenbrod i marcatori.
Sotto la presidenza di Ferrero De Gubernatis di Ventimiglia nel 1894 nasce in modo ufficioso il Foot-ball Club Torinese. La supervisione è affidata a Luigi Amedeo Duca degli Abruzzi. Dopo tre anni dalla costituzione i ruoli tra i due saranno invertiti. Il football comincia la sua diffusione a livello nazionale. le squadre non sono più solo nel Piemonte. Si cominciano a giocare tornei regionali ed interregionali.
A Torino nasce la Federazione Italiana del Foot-Ball, il cui primo presidente è il conte d’Ovidio e segretario il sig. Adolf Jordan. Le Società affiliate cinque, con il Genova squadra più forte. Nel 1898 la Federazione organizza il primo Campionato Italiano. Viene disputato a Torino in una sola giornata. In finale arrivano il Genoa e l’Internazionale Torino. Vincono i liguri per 1-0 dopo i tempi supplementari. L’anno successivo il titolo va ancora al Genoa che batte in finale nuovamente l’Internazionale per 2-0. Questa volta fra le cinque squadre partecipanti c’è anche il F.C. Torinese.

La fusione delle tre squadre il declino e la nascita del Torino

Nel 1900 le tre squadre torinesi (Società Ginnastica Torino, il F.C. Torinese, l’Internazionale) si fondono nella F.C. Torinese il cui capitale investito nella fusione è pari al 70%.
Il Genova è invincibile e vince ancora il campionato proprio per 1-0 contro gli oroneri della F.C. Torinese. Per la società comincia un periodo difficile. I migliori giocatori vanno a vestire altre maglie. Bosio si ritira per fare il dirigente, Kilpin va a fare le fortune del Milan, Savage quelle della Juventus. Si continua con alterna fortuna e tra mille difficoltà. Nel 1906 l’ F.C. Torinese rinuncia a iscriversi al campionato e praticamente si scioglie. Ciò porta alla sua trasformazione in F.C. Torino. Dal 6 settembre corrente anno la Torinese 1894 è ritornata, ricomincia la leggenda.
Da notare sulla rivista ufficiale del Foot-Ball Club Torino del 30 dicembre 1919 la data di fondazione del 1894 del F.C. Torinese che anticipa di ben 3 anni la sua costituzione ufficiale postuma. Erano gia’ chiamati Torinese tra di loro e persino nella più vecchia intervista di Herbert Kilpin  “Lo Sport Illustrato” del 228 febbraio 1915 si riferisce già alla squadra dei torinesi con la stessa dicitura”.
Sulla storia del calcio piemontese e della torinese, il film “Da dove tutto ebbe inizio” dell’addetto stampa Victor Vegan della http://fctorinese1894.com/ selezionato per Tercer Tiempo – Festival Mundial de Cine Fútbolero di Bogotà in Colombia, che si terrà dal 29 novembre al 2 dicembre.
Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui