Vi sarà la razionalizzazione delle scorte: attualmente sono 585

1
343
azionalizzazione delle scorte

Contro gli sprechi e gli abusi vi sarà una razionalizzazione delle scorte. A darne notizia delle fonti del Viminale . La questione è stata affrontata durante il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Ad oggi vi sono 585 scorte in vigore di cui 15 per personalità ad alto rischio.

Salvini contro sprechi e abusi

Il ministro degli Interni e leader della Lega Matteo Salvini ha come obiettivo, la verifica dei dispositivi in essere, per evitare abusi e sprechi probabilmente causati da errori di valutazioni. Le scorte oggi in vigore occupano complessivamente 2.072 unità delle forze dell’ordine: si tratta di 910 poliziotti, 776 carabinieri, 290 finanzieri e 96 operatori della polizia penitenziaria.

I numeri delle scorte suddivisi nelle 4 categorie di rischio

Delle 4 le categorie dei dispositivi di protezione, in base al livello del rischio, quello più elevato riguarda oggi 15 persone e impegna 171 agenti. Sono 57 i cittadini hanno invece la protezione di ‘secondo livello’, quindi con la presenza di una scorta su auto specializzata, che impegna 383 agenti e composta da più mezzi. Il terzo livello di scorta interessa 276 cittadini, a cui è dedicata l’auto specializzata con l’impegno di 823 agenti. L’ultimo livello impegna 695 operatori che sono a protezione di 237 cittadini con l’utilizzo di auto non protette.

Le categorie interessate e la distribuzione geografica

I magistrati sotto scorta sono 277, 69 tra leader politici nazionali e locali e 43 dirigenti d’impresa. Ad essi si aggiungono 21 giornalisti e 18 esponenti governativi. Le scorte sono per lo più concentrate tra Lazio (31,6%) e Sicilia (21,9%). Seguono Calabria (12,5%), Campania (12%), Lombardia (7,2%). Oltre ai servizi di scorta, inoltre, lo Stato mette a disposizione 38 servizi di vigilanza fissa. In essi sono impegnati 221 persone impegnate: 18 poliziotti, 56 carabinieri, 147 unità dell’esercito.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui