Omicidio Pisa, svolta nelle indagini: arrestato un amico della vittima

2
516
Omicidio Pisa Montopoli

La giornata di domenica è stata caratterizzata dall’omicidio Pisa. Giuseppe Marchesano è stato trovato senza vita riverso sul divano. Ad ucciderlo sono stati 4 colpi di arma da fuoco che gli sono stati inflitti alla testa. Un uccisione che non ha lasciato via di scampo al giovane, ma perché?

Omicidio Pisa, Giuseppe trovato morto in casa

Domenica di dolore per la famiglia di Giuseppe trovato morto in casa a Montopoli, provincia di Pisa. Il ragazzo si era reso irreperibile dal venerdì pomeriggio, questo dopo aver lasciato il lavoro avrebbe raggiunto la propria abitazione per poi svanire nel nulla. A lanciare l’allarme sono stati i familiari e gli amici di Giuseppe Marchesano, insospettiti dall’ingombrante silenzio. (Per approfondire Clicca Qui).

Il cadavere, riverso sul divano, è stato trovato nella notte tra sabato e domenica con quattro ferite alla testa, riconducibili appunto a quattro colpi di arma da fuoco. Poco dopo, inoltre, un vicino di casa avrebbe avvicinato i carabinieri sul luogo confermando di aver sentito alcuni colpi di pistola provenienti dall’appartamento. Omicidio Pisa

Chi ha ucciso Giuseppe Marchesano?

Questa è una delle domande che probabilmente si stanno ponendo senza sosta i familiari e gli amici di Giuseppe Marchesano. In questi ultimi due giorni gli inquirenti stanno indagando a 360 gradi nella vita del ragazzo, anche se una prima svolta è arrivata nel corso della serata di ieri. Giuseppe Marchesano, quella fatidico giorno, ha aperto la porta al suo assassino, colui che l’ha ucciso con 4 colpi di arma da fuoco alla testa. Quasi una vera e propria esecuzione. Oicidio Pisa.

Giuseppe trovato morto a Pisa
Fonte foto PistoiaToday

Arrestato un amico della vittima

Come abbiamo spiegato poc’anzi, nel corso della serata di ieri è stato fermato e successivamente arrestato un amico della vittima. Ad uccidere Giuseppe Marchesano potrebbe essere stato dunque l’amico, Danny Scotto. L’arresto è arrivato dopo un lungo interrogatorio fatto insieme al procuratore Alessandro Crini e il pm designato per le indagini Sisto Restuccia, il comandante provinciale Nicola Bellafante e il comandante della compagnia di San Miniato, Gennaro Riccardo.

A commentare l’arresto poco dopo è il procuratore Crini che, come riportato da Iltirreno.it, ha dichiarato: “Sono state le indicazioni che ci sono arrivate dall’interno della famiglia della vittima a indirizzarci verso di lui, che ha negato ogni addebito. Ma riteniamo di aver raccolto indizi sufficienti a giustificare questo provvedimento. C’è una telecamera che lo colloca a bordo del suo pick up a circa 4 km di distanza da casa della vittima mentre lui ha negato di esser stato lì“.

omicidio pisa
Fonte foto Lanazione.it

Giuseppe Marchesano amico del suo assassino?

Nel corso di queste prime indagini è emerso come la vittima, Giuseppe Marchesano, era legato a Danny Scotto da una lunga e solida amicizia. La domanda dunque torna persistente: perché uccidere il ragazzo in un modo così brutale?  Il procuratore Crini spiega ulteriormente: “Abbiamo scoperto che aveva recentemente acquistato due pistole che sarebbero compatibili con quella usata per uccidere Giuseppe Marchesano e che si tratta di un calibro piuttosto importante. I due erano legati da un rapporto di amicizia che si era diradato nell’ultimo anno. Il giovane fermato ci ha anche riferito che il 9 novembre, giorno del suo compleanno, avrebbe ricevuto una visita a casa sua da parte della vittima ma questa circostanza non risulta dai tabulati telefonici di Marchesano che invece lo collocano da tutt’altra parte“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

2 Commenti

  1. […] Questa settimana è stata animata anche dalle indagini che qui inquirenti hanno messo in atto per l’omicidio di Montopoli. Domenica scorsa, Giuseppe Marchesani è stato trovato morto in casa sua, riverso sul divano con quattro colpi d’arma di fuoco alla testa. Fin da subito le indagini si sono concentrate nella vita privata del ragazzo, dato che nel corso delle prime indagini è emerso come, Giuseppe Marchesani,.quella sera abbia aperto la porta al suo assassino. (Clicca Qui). […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui