Giornalista Rai minacciato, disegno rosso sul muro e benzina alla porta

0
1030
giornalista rai minacciato

Solidarietà al giornalista Rai minacciato, si tratta di Federico Ruffo collaboratore del programma Report. Sembra che l’uomo stesse seguendo il caso relativo alla morte di un collaboratore della Juventus.

Giornalista Rai minacciato

Nel corso della giornata di oggi un giornalista Rai minacciato nella sua abitazione, sita tra Ostia e Acilla, ha trovato un disegno rosso sul muro (Si tratta di una croce ndr.), insieme a della benzina cosparsa sul muro e vicino la porta. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri di Ostia, al fine di capire chi possa aver messo in atto un gesto simile. Giornalista Rai minacciato 

A raccontare il fatto è stato lo staff di Report attraverso una nota pubblicata sulle pagine social.

“Autore dell’inchiesta sulla morte di un collaboratore della Juventus”

Nella nota pubblicata dallo staff di Report si legge: “Il nostro collega, autore dell’inchiesta sulla morte di un collaboratore della Juventus coinvolto nel bagarinaggio e sui rapporti tra ‘ndrangheta, ultras e alcuni dirigenti della società bianconera, è stato sorpreso intorno alle 4 del mattino da ignoti che hanno cosparso di benzina prima l’ingresso dello stabile in cui vive insieme alla famiglia, poi il pianerottolo e la porta d’ingresso del suo appartamento, con l’apparente intento di darlo alle fiamme. Gli attentatori poi sono fuggiti disturbati dal cane, ma prima hanno disegnato con la vernice spray rossa una croce sul muro del pianerottolo“.

nota report

“Minacce di morte di cui Federico Ruffo”

La nota continua la nota così di Report: “I carabinieri della Compagnia di Ostia, che indagano sull’accaduto, dopo i rilievi del caso, hanno acquisito anche il materiale relativo ai ripetuti attacchi e alle minacce di morte di cui Federico Ruffo e il conduttore del programma Sigfrido Ranucci sono stati vittime attraverso i social network, sia prima che dopo la messa in onda dell’inchiesta ‘Una signora alleanza’. Nelle passate settimane, inoltre, Ruffo era stato oggetto anche di episodi spiacevoli, costretto ad allontanarsi da alcuni locali pubblici a seguito di comportamenti sgradevoli a lui rivolti da alcuni sedicenti tifosi juventini“.

“Riteniamo indispensabile mantenere alta…”

Nel ribadire la nostra vicinanza a Federico e alla sua famiglia,– conclude la nota- riteniamo indispensabile mantenere alta l’attenzione attorno al problema della sicurezza di giornalisti e giornaliste che, lottando in prima linea per l’informazione, sono vittime di un clima di crescente violenza e insofferenza. Attorno a questi colleghi e a eventi così gravi è indispensabile che la categoria intera faccia quadrato“.

Vuoi rimanere sempre connesso?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui