Ragazzo sequestrato a Varese: torturato per ricevere informazioni

1
1415
ragazzo sequestrato a varese

Notizia da brivido, quando i piccoli vogliono sentirsi grandi anche nei crimini. Un ragazzo sequestrato a Varese da una banda di coetanei che l’ha torturato per ricevere informazioni su un altro ragazzo a cui stavano dando la caccia.

Torturato da una gang, ragazzo sequestrato a Varese

Una vicenda da “piccoli” trattata come quelle da grandi. Così potremmo riassumere questa notizia orribile. Le baby gang possono essere considerate uno dei mali di vivere, soprattutto quando i ragazzi in questione cercano di imitare la criminalità messa in atto dagli adulti, aggiungendo qualche accenno di novità. Una gang tortura un ragazzo sequestrato a Varese. I ragazzini in questione, secondo quanto reso noto, dovrebbero avere quasi la stessa età della vittima, ovvero quindici anni. La baby gang è riuscita a mettere in atto un sequestro che sembra essere ispirato a film come The Vampire Diaries, gli spin off The Originals e Legacies, o altri come Buffy l’ammazza vampiri, Teen Wolf ecc… Adesso vi sveliamo il perché.

Bastone con chiodi ed orecchino strappato dal lobo

La notizia relativa al ragazzo sequestrato a Varese dovrebbe far discutere per molteplici motivi. Il primo campanello d’allarme vede le baby gang, ragazzi che fanno un uso smisurato della violenza, convinti di poter mettere in atto tutto ciò che gli passa per la testa e conquistare il mondo. Il secondo campanello d’allarme è quello relativo ai crimini che vengono realizzati. Nel caso del ragazzo sequestrato a Varese, la banda di coetanei, per poi legarlo a una sedia con dei cavi elettrici, picchiarlo e colpito ai piedi con una spranga di ferro. A questo va aggiunto come la vittima del gruppo, poco più che quindicenne, durante la tortura venisse minacciato con un coltello alla gola, oltre ad avere bastone chiodato puntato contro.

Lo scenario appena descritto non vi ricorda una delle scene tipiche dei telefilm che vi abbiamo appena citato? Ovviamente tutte serie che sono rivolte a un pubblico che abbia già superato i 16 anni.

Baby gang foto

Baby gang denunciata dai genitori della vittima

Secondo quanto reso noto da Ansa e Rai News 24, come riportato anche da Prealpina.it, il ragazzo sequestrato a Varese sarebbe stato torturato per ore in un garage. Il tutto sarebbe stato dettato a estorcere delle informazioni relative a un altro coetaneo, che la banda stava cercando per motivi ancora sconosciuti. Uno degli aggressori, inoltre, ha strappato con un morso l’orecchino che il ragazzo portava all’orecchio, per poi indossarlo durante un video postato poi su Instagram.

Costretto a tacere con minaccia?

Il racconto da brivido però non finisce qui. La baby gang, come vuole la tradizione criminale, si è ben guardata dalle possibili conseguenze che avrebbe avuto la loro azione. I sequestratori hanno minacciato il quindicenne a non parlare con i genitori perché, se così fosse stato, avrebbero fatto del male al fratello più piccolo. Fortunatamente il ragazzo sequestrato a Varese si è ben guardato dal obbedire alla minaccia, tanto da raccontare tutto ai propri genitori. Quest’ultimi, successivamente, hanno denunciato l’accaduto alla squadra mobile della Questura di Varese che sta indagando sull’accaduto, coordinata dalla Procura dei Minori di Milano.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e sul nostro canale Telegram.

 

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui