L’Europa verso sanzione intermedia per debito eccessivo

0
738
sanzione intermedia per debito eccessivo

L’Europa vorrebbe evitare la procedura d’infrazione, ma visto che il governo non apre a compromessi potrebbe arrivare una sanzione intermedia per debito eccessivo. A riportare tale ipotesi è IlGiornale.it.

Cosa è la sanzione intermedia

Si tratterebbe pertanto di una ulteriore pressione sul governo italiano a cambiare rotta sul deficit fissato al 2,4% e fare ridurre gli investimenti. L’Europa vuole una politica più equilibrata e non a largo respiro. Pretende austerity a basso rischio. Da Bruxelles pertanto potrebbe arrivare una mossa di blocco pari a 3,6 miliardi di euro, pari allo 0,2% del Pil. Questa scatterebbe proprio all’avvio della procedura di infrazione per debito eccessivo, che come detto, servirebbe a fare ripensare il governo sulla strada presa.

A cosa serve e a quanto ammonta

L’iter prevede che nelle prossime settimane la Commissione chiederà ai ministri delle Finanze degli Stati membri Ue di dare l’autorizzazione alla procedura per deficit eccessivo. Da qui partirebbe la richiesta di un piano di “rientro” per Roma. Subito dopo vi sarà l’avvio formale della procedura. Qui si inserirebbe la sanzione intermedia per debito eccessivo con la quale si chiederà al Consiglio di “raccomandare” all’Italia di versare lo 0,2 per cento del Pil dell’anno precedente. Una sorta di cauzione, un deposito su cui non saranno calcolati gli interessi. Solo in casi specifici tra i quali rientrano eventi eccezionali, lo Stato può chiedere che tale deposito non venga applicato.

L’iter finale per debito eccessivo e la multa

Dal momento in cui la procedura per debito eccessivo viene attivata, il governo italiano dovrà rispettare gli obiettivi di bilancio fissati da Commissione. Nel caso la politica adottata da parte del governo italiano non risponda fattivamente alle richieste scatterà la multa vera e propria che va dallo 0,2 per cento allo 0,5 per cento del Pil con la sospensione dei fondi europei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui