Trump, non usate Huawei siete a rischio cyberspionaggio

2
448
Trump non usate Huawei

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il Governo americano hanno cominciato una campagna contro la casa cinese di prodotti elettronici, “non usate Huawei” dicono. Lo slogan fa parte della campagna soprattutto rivolta alla sicurezza. Secondo gli Usa vi sarebbero infatti rischi di cyberspionaggio.

Cyberspionaggio dietro l’utilizzo dei prodotti Huawei

La campagna contro il colosso dell’industria tecnologica cinese Huawei, condotta dagli Usa, mira a sensibilizzare anche gli alleati. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal i funzionari Usa avrebbero informato il governo a stelle e strisce in merito a problemi relativi alla sicurezza. La campagna condotta anche in Italia, Germania e Giappone, avverte che nell’utilizzo dei prodotti Huawei vi sarebbero rischi di cyberspionaggio.

La casa cinese: “siamo sorpresi”

La casa cinese si dice sorpresa tanto da pubblicare una nota dove si legge :”Se il comportamento di un governo si estende oltre la sua giurisdizione – dice un portavoce Huawei a firma della nota – .Tale attività non dovrebbe essere incoraggiata. Prodotti e soluzioni Huawei sono ampiamente usati in oltre 170 Paesi in tutto il mondo. Servono 46 dei primi 50 operatori mondiali, aziende di Fortune 500 e centinaia di milioni di consumatori.Ci scelgono perché si fidano pienamente”.

La campagna di finanziamento Usa contro la Cina

Wall Street Journal ha riportato che gli Usa starebbero valutando l’ipotesi di aiutare finanziariamente per lo sviluppo tecnologico sue paesi che evitano l’utilizzo di prodotti cinesi. Tra le preoccupazioni del governo ci sarebbe l’uso di prodotti di tlc cinesi in Paesi che ospitano basi militari americane.

Dazi e problemi di sicurezza nazionale

Il Dipartimento della Difesa ha, infatti, i propri satelliti e la propria rete di telecomunicazioni per le comunicazioni sensibili, ma la maggior parte del traffico in molte basi militari viaggia attraverso reti commerciali. La messa in guardia dei Paesi alleati su Huawei aumenta le tensioni economiche tra Washington e Pechino, che hanno dato origine ai dazi. La Huawei, negli Stati Uniti, ricorda sempre il Wall Street Journal, fa fatica ad espandersi nel mercato, anche in quello degli smartphone.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

2 Commenti

  1. […] Nel merito era entrato a discolpa del governo canadese proprio il primo ministro del paese nord americano, che ha asserito l’estraneità sui fatti e l’imparzialità del suo paese. (Clicca qui per approfondire). I motivi dell’arresto che secondo la Casa Bianca sono riferibili a problemi di sicurezza nazionale confermano le dichiarazioni di Trump, che giorni fa aveva invitato a non utilizzare i prodotti della casa cinese per problemi si cyberspionaggio (Clicca qui per approfondire). […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui