Gilet gialli a Parigi, scontri sugli Champs Elysees con la polizia

0
783
Gilet gialli arrestato leader
Foto: Euronews

La protesta sul caro carburante dei Gilet gialli arriva a Parigi ed è scontro con la polizia in assetto anti sommossa sugli Champs-Elysees. 20 feriti tra i manifestanti, 4 tra le forze dell’ordine, che hanno fermato 34 persone.

Dopo le 18.00 si torna alla normalità

Parigi è stato in assetto di guerra per 8 ore. Da un lato centinaia di gilet gialli, che hanno invaso oramai da questa mattina gli Champs-Elysees, dall’altro la polizia francese che tenta di respingerli. Le forze dell’ordine sono oggetto di lanci di sampietrini e sbarre di ferro. Due cortei stanno cercando di forzare i blocchi: uno da rue de Rivoli l’altro da boulevard Hassmann. In tutto sarebbero stati circa 8mila. Poco dopo le 18 è cominciato un graduale ritorno alla calma. A darne notizia la portavoce della prefettura, Johanna Primevert. Il bilancio parla di 20 feriti fra i manifestanti, il più grave di quali è rimasto gravemente colpito a una mano, 4 fra i poliziotti. Sugli Champs-Elysees sono stati 34 i fermati dalla polizia.

Gilet gialli a Parigi

I motivi degli scontri risalgono alla richiesta negata ai manifestanti di incontrarsi alla Concorde. Secondo le forze dell’ordine transalpine, infatti, il luogo scelto dai gilet gialli era troppo vicino all’Eliseo. Per questo era stata data l’autorizzazione per il Campo di Marte, nei pressi della Tour Eiffel. Alcuni manifestanti hanno cercato di forzare il blocco della polizia per recarsi a Place de la Concorde. Da qui gli scontri con le forze dell’ordine che hanno utilizzato anche lacrimogeni per respingere i manifestanti. Gli Champs-Elysees, sono invasi dai gilet gialli nonostante il divieto della prefettura.

Scontri su gli Champs-Elysees

I gilet gialli si erano recati già dalle 10 di questa mattina agli Champs-Elysees, nel tentativo di arrivare a Place de la Condorde. Qui gli scontri visto che il prefetto di Parigi aveva vietato nella zona gli assembramenti. La situazione sembra abbastanza tesa, visto che i manifestanti non sembra aver accettato il Campo di Marte come luogo della manifestazione, il cui inizio è previsto per le 14. Chiedono di incontrare in presidente della Repubblica Emmanuel Macron. La via che porta all’Arco di Trionfo risulta essere avvolta dai lacrimogeni lanciati dalla polizia. Molte le vetrine dei negozi danneggiate. Il centro della strada è occupato dai manifestanti che stanno costruendo delle barricate utilizzando panchine e cassonetti.

La protesta, contro il caro carburanti, ha già fatto 2 vittime. In settimana vi sono stati parecchi blocchi, più di 2000 anche nei pressi di alcune raffinerie della Total. la settimana scorsa presidi anche ai valichi di frontiera con l’ Italia tra i quali quello del Monte Bianco.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui