Palazzina brucia in Svizzera: tragedia nella notte, tra i morti anche bambini

0
201
Palazzina brucia in Svizzera
Fonte Foto: tgcom24.it

Palazzina brucia in Svizzera: una tragedia che vede coinvolti anche alcuni bambini, che purtroppo hanno perso la vita. In totale si registrano sei vittime.

Palazzina brucia in Svizzera: cosa è successo?

In Svizzera a Soletta (Solothun), ieri notte intorno alle due, un incendio è scoppiato in una palazzina, in cui abitavano circa 20 persone. Sei persone hanno perso la vita e tra queste anche dei bambini, secondo quanto riporta Swissinfo. Ad accorgersi della situazione sospetta è stato uno dei residenti che ha notato subito del fumo nelle scale e ne ha dato l’allarme, secondo quanto si legge nei vari siti svizzeri che citano la Polizia locale. L’agenzia di stampa elvetica Keystone-Ats ha riportato quanto accaduto.

L’intervento dei Vigili del Fuoco

L’intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco ha permesso di salvare gran parte dei condomini, ma sei di loro non ce l’hanno comunque fatta. Ci sono stati anche dei feriti che attualmente sono ricoverati negli ospedali più vicini. Le indagini sul caso sono in corso anche per verificare le motivazioni dell’incendio e per accertarne eventuale responsabilità.

incendio svizzera
Fonte Foto: unionesarda.it e Ansa.it

Tutto il mondo è paese: palazzina brucia anche in Italia

Tutto il mondo è paese… Anche in Italia lo scorso giugno a distanza di pochissimo, arriva la stessa notizia.

A Messina, un incendio in appartamento ha visto coinvolti due bambini. Il più grande ha perso la vita per salvare il fratello. I genitori e gli altri due fratelli, presenti in casa, sono riusciti a salvarsi. A distanza di qualche giorno, brucia anche una palazzina di Arese, in provincia di Milano. L’incendio ha addirittura coinvolto cinque appartamenti, molte famiglie sono state evacuate. Nello stesso periodo anche a Roma, un incendio è divampato in un palazzo e ci sono stati quattro feriti, tra cui anche un agente di polizia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui