La famiglia del patrimonio Unesco si allarga e raccoglie la musica reggae

0
153
La famiglia Unesco si allarga
Fonte Foto: elespanol.com

La famiglia del patrimonio Unesco si allarga: la musica reggae merita: “Protezione e promozione” ed entra ufficialmente nella lista di patrimonio immateriale.

La musica reggae patrimonio Unesco

La musica reggae, nata in Giamaica negli anni ’60 e resa celebre da Bob Marley, entra nel patrimonio immateriale dell’Unesco.

Il comitato speciale dell’organizzazione, che si è riunito a Port-Louis, ha preso la decisione. La motivazione è la seguente: “La musica reggae ha contribuito al dibattito internazionale su ingiustizia, resistenza, amore e umanità, sottolineando la dinamica dell’elemento come bianco in una sola volta cerebrale, socio-politico, sensuale e spirituale“.

Da Bob Marley alla famiglia Unesco

I ritmi cadenzati, rilassanti sono considerati ora tesori culturali globali. La musica reggae: “Era la voce degli emarginati di Kingston, ora è trasversale“. Questo genere di musica ha condizionato anche i costumi della società. Tipici del reggae sono i “dreadlocks“, ciocche di capelli annodati in modo da formare una sorta di treccine, proprio come usava Bob Marley e l’uso di marijuana per la meditazione.

Ma la musica reggae è associata anche a moltissimi altri volti noti del genere quali Peter Tosh.

reggae
Fonte Foto: rollingstone.it

“Reggae music of Jamaica”: la scheda sul sito Unesco

Già sul sito Unesco si trova la scheda sul “Reggae music of Jamaica” e nella descrizione si può leggere: “Nata in uno spazio culturale che ospitava gruppi emarginati, principalmente nella Kingston occidentale la musica reggae della Giamaica è un amalgama di numerose influenze musicali, incluse le prime forme giamaicane, nonché i ceppi caraibici, nordamericani e latini”.

E poi ancora: “Col tempo, gli stili neo-africani, l’anima, il ritorno e il blues del Nord America furono incorporati nell’elemento, trasformando gradualmente lo ska in rock steady e poi in reggae. Mentre nel suo stato embrionale la musica reggae era la voce degli emarginati, la musica è ora riprodotta e abbracciata da un’ampia sezione trasversale della società, compresi vari generi, gruppi etnici e religiosi“.

L’inserimento della musica reggae nella famiglia del patrimonio Unesco è solo il primo atto della rivincita di Bob Marley!

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui