Palestra Lupo, Usb: bene comunale inesistente al catasto?

0
101
Palestra Lupo è un bene comunale inesistente al catasto

La Palestra Lupo, è un bene di proprietà del Comune di Catania dal 2007, ma inesistente al catasto. La denuncia è di Asia Usb.

Palestra Lupo è del Comune di Catania

La Palestra Lupo, come riportato nel quotidiano locale La Sicilia, è di proprietà del Comune di Catania dal 2007. Le carte a dimostrazione di ciò stanno nel repertorio della Presidenza della Regione siciliana. L’atto fu firmato dall’allora assessore regionale Mario Torrisi, dal sindaco dell’epoca Umberto Scapagnini e dall’allora presidente del consiglio di amministrazione della Parcheggio Lupo, Ennio Virlinzi. La figura di Virlinsi fu resa necessaria, poiché La Parcheggio Lupo mise 41mila euro per chiudere il contenzioso tra Regione e Comune di Catania, che con la firma del documento ottiene “pieno e incondizionato e libero diritto di proprietà sull’immobile”.

Manca la registrazione catastale

Asia Usb ha commentato attraverso una nota in cui scrive: “la storia dell’immobile venduto dalla Regione a dei privati sostenuta dall’assessore comunale ai Lavori Pubblici Giuseppe Arcidiacono non sta ne in cielo e ne in terra. Ma non è finita qui. Infatti, questo immobile risulta sconosciuto al catasto, è un bene comunale non censito da nessuna parte.
Ma com’è stato possibile?”.Come ha fatto la Regione siciliana a trasmettere una proprietà al Comune di Catania senza registrarla nei registri del demanio?
E, come ha potuto lo stesso Comune etneo acquisire un immobile senza registrarlo?
E ancora, com’è stato possibile per dei privati interagire con una struttura “che non c’è”?“.

Un inutile parcheggio

Questa vicenda, – continua il comunicato di Asia Usb – dal tentativo di violentare il territorio con la realizzazione nella piazza di un inutile parcheggio alla “mancata” registrazione catastale della Palestra Lupo, rappresenta chiaramente la classe politica di centrodestra e di centrosinistra che, con la complicità della Triplice sindacale gialla CGIL CISL UIL e cespuglietti, che ha trascinato il Comune e la città di Catania al DISSESTO finanziario, culturale e sociale“.

Le richieste di Asia Usb

Di fronte all’emergenza abitativa, con sfratti, sgomberi e pignoramenti esecutivi, il Comune di Catania, mente si articola in inutile “cabine di regia”, non solo non ha un reale censimento dei propri beni immobili e di quelli confiscati alla mafia, ma è anche proprietario di immobili inesistenti per il Demanio. A questo punto, ASIA USB Catania chiede alla Regione siciliana di intervenire immediatamente per chiarire pubblicamente com’è avvenuto nel 2007 il passaggio di proprietà della Palestra Lupo dalla Regione al Comune di Catania, allora retto dal sindaco Scapagnini, di cui lo stesso Arcidiacono è stato assessore l’anno dopo”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui