Bologna, proprietario paga mutuo ma in casa sua ci stanno i romeni

0
74
proprietario paga mutuo ma in casa i romeni

Una storia che ha dell’incredibile sta succedendo a Bologna, dove il proprietario, Juri Malini di 41 anni paga il mutuo, ma in casa sua ci stanno i romeni.

Juri Malini dorme in un garage

Un operaio di Zola, 41 anni, nel 2008 decide di accendere un mutuo per l’acquisto di una casa. Per vicissitudini legate al lavoro si è dovuto allontanare dalla sua abitazione. Ora è costretto a dormire nei locali di un ex garage, mentre una famiglia di romeni vive, abusivamente all’interno della sua casa, di cui lui sta pagando le rate del mutuo. Il fatto sta accadendo ad Anzola dell’Emilia, un comune attaccato a Bologna. L’operaio ha fatto di tutto per rientrare in possesso del suo immobile ma ancora senza risultato.

Romeni in casa arredata hanno distrutto tutto

La brutta storia di Juri Malini, comincia, quando per motivi di lavoro, ha dovuto allontanarsi dall’Italia. A questo punto l’uomo decise di affidarlo al Comune di Bologna per affittarlo, con possibilità di subaffitto. L’abitazione, da quanto riferito dall’uomo al Resto del Carlino, è stata affidata ad una famiglia romena. Questa ha pagato le prime rate e poi più nulla. Nel frattempo, tutti i suppellettili all’interno dell’appartamento, che era stato dato arredato, o sono stati distrutti o rubati. Visto il mancato pagamento da parte dei conduttori, il Comune di Bologna ha provveduto a pagare almeno le spese condominiali.

Il Comune di Bologna paga l’affitto

Le condizioni per l’aiuto abitativo per questa famiglia, poi vennero meno, e il Comune di Bologna richiese ed ottenne lo sfratto esecutivo. La consegna delle chiavi doveva avvenire il 12 luglio, ma nel frattempo, un’altra famiglia romena, si impossessa dell’appartamento. Cambia la serratura e nei fatti si stabilisce li. Si suppone che siano parenti dei vecchi conduttori. L’uomo racconta che ha cercato in tutti i modi di rientrare in possesso del suo immobile ma “né i carabinieri, né il Comune di Bologna, né un’azione legale, dopo sette mesi dal fatto mi permettono di rientrare in possesso della mia casa“. L’uomo ora vive nei locali di un ex garage, mentre il Comune di Bologna paga il loro affitto con l’auspicio che si arrivi presto allo sgombero.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui