J-Ax a Verissimo: il racconto dei 25 anni di carriera e del figlio Nicolas

1
309
J-Ax a Verissimo
Fonte Foto: si24.it

J-Ax a Verissimo racconta i suoi 25 anni di carriera, la sua vita privata e la gioia, recente, di essere papà. La rivincita del rapper che si sentiva estraneo e ora è un vero e proprio protagonista e con la sua musica fa sognare, commuovere e emozionare tantissimi fan da ben 25 anni.

25 anni di carriera: un successo meritatissimo

J-Ax, come prima cosa, commenta con la Toffanin, la sua carriera a partire dagli inizi per finire con l’ultimo singolo pubblicato. Il rapper ha detto: “Mi sembra una cosa assurda essere arrivato fin qui. Quando ho iniziato guardavo quei pochi cantanti che c’erano e dicevo: ‘Spero di essere come loro’. Una volta, durante il Festivalbar, nei corridoi incontrai Gianni Morandi e dissi: ‘Mi piacerebbe avere tutto questo seguito dopo tanti anni’. E adesso sono il nuovo Gianni Morandi!“.

La carriera da musicista di J-Ax vede, agli inizi del suo successo, negli anni ’90 la nasciata degli Articolo 31, che rivoluzionarono gli schemi della musica diventando il simbolo della generazione di quegli anni. Dal 2006, invece, inizia per il cantante un nuovo percorso da solista, con brani più introspettivi che segnano una nuova pagina della carriera di J-Ax, comunque amatissima da tutti i fan.

“Da ragazzino mi davano dello sfigato”

Nel libro scritto da J-Ax si definisce un ragazzo “sfigato”. Chi lo avrebbe mai detto che proprio quel ragazzino sarebbe diventato uno dei più famosi rapper italiani? Proprio lui, a Verissimo, ha raccontato il perché riceveva quell’appellativo. Ha dichiarato: “Erano gli anni ’80 e nelle villette accanto a casa mia, appena costruite, arrivò la borghesia con dei ragazzi che già vestivano alla moda e di marca. E quindi iniziarono a darmi dello sfigato, io non sapevo nemmeno cosa fossero le marche. Poi, purtroppo, la tua nomea ti segue sempre e iniziai ad avere avversione perché quando mi vedevano mi urlavano contro delle cose. Quindi cambiavo strada, per evitare che mi insultassero“.

Non si confidava, però, con nessuno perché: “Era una realtà accettata, non dicevo niente ai miei, perché mi vergognavo“. Dalle esperienze negative, in verità, possono nascere grandi cose, così come è successo a J-Ax. Ha confessato: “Senza quei bulli non sarei quello che sono oggi. La musica ha trasformato quelle energie negative in energie positive. E ora io faccio una bella vita, grazie alla musica, loro fanno una vita ignobile come le persone che sono“.

La depressione: altra tematica vicina a J-Ax

Nel libro, il rapper parla anche della depressione e dice che è possibile affrontarla. J-Ax ha spiegato che: “Siamo ancora in una fase in cui la depressione non è considerata un problema serio. Questa può avere mille ragioni, non solo psicologiche, ma anche di sbilanciamento chimico e vanno affrontate con i dottori e va riconosciuta”.

Poi, senza problemi, mette la sua esperienza in prima linea, da supporto ed esempio per chiunque. “Io ne ho sofferto in una gradazione, per fortuna, non estrema. Non serve sentirsi dire: ‘Passerà’. Nel mio caso è durata 1/2 anni e grazie agli affetti familiari e ai miei amici, che sono degli ‘amabili deficienti’ che mi facevano ridere, ne sono uscito. L’onda del successo ha iniziato ad avere una fase calante e io sono andato in depressione, dopo lo scioglimento degli Articolo 31 sono stati anni difficili“, ha concluso J-Ax sul tema.

Continua dopo la foto

J-Ax e Nicolas
Fonte Foto: deejay.it

J-Ax a Verissimo: la magia di essere padre

Innamorati da 17 anni e sposati da 10, J-Ax e la moglie dal 19 febbraio dello scorso anno sono riusciti a coronare il loro sogno di essere genitori. La felicità è visibile negli occhi e nel sorriso del rapper che parla di suo figlio Nicolas come un vero e proprio miracolo. L’ultima canzone Tutto tua madre è proprio dedicata al piccolo e racconta di come è diventato genitore. Nella canzone definisce Nicolas come “una magia“, che riesce a farti cambiare l’umore in un secondo. A fine filmato, mostrato a J-Ax da Silvia Toffanin, il cantante non può fare altro che sorridere e si mostra visibilmente commosso. Ma emerge il suo carattere forte e dice: “Ho promesso a me stesso di non piangere“, ma lo avrebbe volentieri fatto, perché sotto la corazza da duro, in fondo, si nasconde un cuore tenero.

Poi ha dichiarato: “Mi piace pensare che questa canzone non l’ho scritta io, la vita l’ha scritta per me e io l’ho solo raccontata“. Alla fine conclude il suo intervento, regalando a tutti un bellissimo pensiero legato al concepimento del piccolo Nicolas.

Ha detto: “Il coraggio vero in queste situazioni ce l’hanno le donne, la sfida vera ce l’hanno le donne. Non sopporto più le persone che dicono avere i figli non è un diritto, ma un dono. No! Avere un figlio è un diritto di chi vuole amare, sarei stato disposto a tutto. Sentivo la necessità di avere un figlio e ogni tipo di aiuto scientifico o umano deve essere necessario per realizzare questo sogno“.

J-Ax a Verissimo ha aperto il suo cuore ed è arrivato perfettamente da ogni punto di vista. La sua musica ha conquistato tutti e anche la sua sensibilità e la sua vita è stata tutta come una scalata in montagna, lo ha raccontato. Ma, alla fine, il panorama è mozzafiato!

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui