Omicidio a Palermo, uomo ucciso a coltellate: arrestati la moglie e i figli

1
246
uomo ucciso a coltellate

Una nuova tragedia familiare sconvolge l’Italia: Omicidio a Palermo. Un uomo è stato ucciso a coltellate. La moglie confessa ma vengono arrestati anche i figli.

Omicidio a Palermo: la vittima è Pietro Ferrara

L’omicidio a Palermo si è consumato nella notte ed è stato confessato dalla moglie Salvatrice Spatafora. Secondo quanto reso noto anche dall’Ansa, la donna ha agito mentre il marito, Pietro Ferrara, dormiva. La coppia aveva 4 figli, ma nel momento dell’omicidio in casa c’erano soltanto i due figli maggiori, Mario di vent’anni e Vittorio di ventuno, mentre i due più piccoli erano stati mandati a dormire da alcuni parenti.

Uomo ucciso a coltellate

La donna, Salvatrice Spatafora, ha chiamato il 118 confessando agitata quanto è successo. La donna durante la chiamata avrebbe dichiarato: “Venite subito… ho colpito con diverse coltellate mio marito mentre dormiva, accanto a me c’è mio figlio, è tutto insanguinato“. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la moglie della vittima ha raccontato di aver ucciso l’uomo a coltellate a causa dell’ennesimo litigio. Salvatrice Spatafora, stanca dunque dei continui litigi, ha aspettato che l’uomo si addormentasse prima di colpirlo.

Continua dopo la foto

Omicidio a Palermo

Figlio sporco di sangue mentre cercava di rianimare il padre

La donna, responsabile di aver ucciso il marito è stata immediatamente arrestata insieme ai due figli maggiorenni. Uno dei due ragazzi al momento dell’arrivo del personale sanitario ha raccontato di essersi sporcato di sangue nel tentativo di rianimare il padre, ma ogni tentativo è stato inutile. La salma dell’uomo è stata trasportata all’ospedale Civico di Palermo in attesa dell’autopsia. Alcuni vicini di casa, secondo quanto reso noto da Ilfattoquotidiano.it, hanno dichiarato: “Litigavano spesso, era un continuo, ma quando ci incontravamo fuori sia lui che lei erano gentili“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui