2018 un anno rosso sangue in Italia, Desirée Mariottini il caso più seguito

0
1345
Omicidio Desirée aggiornamenti
Fonte foto mag24.es

Il 2018 è stato un anno particolare, segnato dal rosso sangue di diversi omicidi in Italia. Il caso mediatico più seguito? Quello di Desirée Mariottini!

Svolta nel processo per la morte di Stefano Cucchi

Quest’anno abbiamo visto una svolta determinante nel processo relativo alla morte di Stefano Cucchi. Il giovane morì all’ospedale Sandro Pertini di Roma nel 2009 a causa di un presunto pestaggio che avrebbe subito da alcuni carabinieri. Dopo anni di dubbi e incertezze un carabiniere, Francesco Tedesco, final, finalmente racconta la sua versione dei fatti. Una segnalazione già fatta nel 2009 che vede la luce solo adesso.

Continua dopo la foto

Processo Stefano Cucchi
Fonte Foto: panorama.it

Desirée Mariottini trovata morta a Roma

Uno dei casi di cronaca nera più seguiti del 2018 è stato quello relativo alla morte di Desirée Mariottini. La ragazza di sedici anni è stata trovata morta in uno stabile abbandonato del quartiere San Lorenzo di Roma. Desirée è stata drogata fino a perdere i sensi e violentata da più persone, tutti extracomunitari senza regolare permesso di soggiorno, le stesse che poi l’hanno abbandonata con i vestiti strappati fin quando non è morta. Sono state diverse le cose dette sulla ragazza, come l’ipotesi che si fosse prostituita più volte in cambio di stupefacenti.

Continua dopo la foto

funerali di Desirée
Fonte foto notizie.it

Qualche giorno fa però l’esame autoptico fatto sul corpo della giovane vittima rivela un’altra verità: Desirée Mariottini era vergine al momento dello stupro.

Femminicidio a Catania

La cronaca italiana, purtroppo, è stata costellata anche di diversi femminicidi: donne vittima dell’ira degli uomini. L’ultima vittima dell’anno è Sara Parisi, di Giarre. La donna è stata freddata dall’ex marito, dal quale si era separata nel 2014. Francesco Privitera, ex marito della donna, non si era rassegnato all’inizio della nuova relazione ufficializzata su Facebook.

Continua dopo la foto

Sara Parisi, purtroppo, sembra essere vittima di una morte annunciata. Sara Parisi, infatti, aveva chiesto aiuto ai centri antiviolenza ma il tutto, come raccontato anche dal suo avvocato, si era concluso senza una vera risposta. Sara adesso non c’è più, come il suo assassino che è morto poche ore dopo in ospedale.

#Nonènormalechesianormale

Vuoi rimanere sempre connesso?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui