Ronaldo, la polizia di Las Vegas chiede esame Dna

0
206
Ronaldo, la polizia di Las Vegas chiede esame Dna

Si fa sempre più problematica la situazione di Ronaldo nel caso del presunto stupro, la polizia di Las Vegas chiede esame Dna. Il legale del giocatore: “Fu consensuale”. Ma esisterebbe la prova del pagamento per il silenzio della donna.

Polizia Las Vegas chiede esame Dna per Ronaldo

La situazione di Cristiano Ronaldo sul caso del presunto stupro si fa sempre più delicata e preoccupante, visto che la polizia di Las Vegas ha chiesto di eseguire l’esame del Dna. Lo scopo è quello di confrontare le tracce rinvenute nell’abito dell’ex modella americana, Kathryn Mayorga, con quelle del campione portoghese. La notizia è apparsa sul Wall Street Journal, che spiega, citando fonti interne alla polizia del Nevada, che la richiesta è già arrivata alle autorità giudiziarie italiane.

La storia del presunto stupro

Nell’autunno dello scorso anno la Mayorga accusò Ronaldo di violenza sessuale nei suoi confronti e la Polizia di Las Vegas ha riaperto il caso. I fatti sarebbero avvenuti nel 2009 proprio a Las Vegas. Dopo le violenze il giocatore, ora in forza alla Juventus, avrebbe pagato la somma di 375mila dollari al fine di non essere denunciato dalla donna. Il Wall Street Journal, fa riferimento, come prova in mano agli investigatori, dell’abito che l’ex modella statunitense indossava la sera del presunto stupro. In esso vi sarebbero delle tracce di Dna che non appartengono alla donna.

Il legale di Ronaldo: “Il rapporto sessuale fu consensuale”

Peter S. Christiansen, legale del calciatore portoghese asserisce che il rapporto sessuale è stato consensuale. “Ronaldo ha sempre sostenuto, come fa oggi, che quanto accaduto a Las Vegas nel 2009 è stato di natura consensuale – afferma l’avvocato del portoghese – Non sorprende quindi che il Dna possa essere presente, né che la polizia faccia questa richiesta standard nelle loro indagini“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui