Shutdown Usa, dipendenti disperati, ecco cosa fanno per vivere

1
192
Shutdown usa dipendenti disperati cosa fanno per vivere

A Trump sono negati 5,7 miliardi di dollari per la costruzione del muro al confine con il Messico. Questo causa lo shutdown del governo Usa, i dipendenti sono a casa e senza stipendio, soprattutto senza soldi, visto che nei conti correnti degli americani vi è da sempre poco o nulla. Per vivere vendono di tutto, svuotando i loro garage e mettendo annunci su Facebook.

Vendere qualsiasi cosa per pagare le bollette

C’è chi vende attrezzi per saldatura, lasciati dal suocero defunto. Un’altro, in Virginia, vende una replica della spada laser di Klyo Ren. Ancora, un uomo single in Indiana vende su eBay, oggetti trovati per casa, come bibbie e cravatte del Dottor Seuss. “Abbiamo bisogno di pagare le bollette dicono”. Questi sono i lavoratori governativi degli Usa. Si preparano così a vivere il mancato stipendio causato dallo shutdown innescatosi per il mancato accordo tra il presidente Donald Trump e la Camera sui fondi da destinare alla costruzione del muro sul confine del Messico.

Pochi americani hanno una riserva economica

Negli Stati Uniti si vive per o stipendio, che serve per vivere. In un recente rapporto della Federal Reserve si legge quanto poco gli americani hanno nei loro conto: quattro su 10 adulti dicono di non poter spendere $ 400 in caso di emergenza senza indebitarsi o vendere qualcosa, secondo i dati rilevati dalle famiglie nel 2017, un anno relativamente prospero per l’economia americana. Se pensiamo a chi ha un mutuo, in queste situazioni è un vero e proprio dramma. Da qui scatta la vendita di qualsiasi cosa.

Arriva anche lo “Shutdown Special”, con offerte imperdibili

A pochi anni dalla pensione, Simeone, 53 anni, sta improvvisamente facendo domanda per la disoccupazione e per il lavoro part-time. Nel frattempo, Come ha riferito al Washington Post vende cose su Craigslist in uno “Shutdown Special”: due chitarre, un amplificatore, un lettino da massaggio e il suo televisore di 14 anni. Non c’è ancora molto da vendere, ma è tutto ciò che ha da offrire. Nelle e-mail e nei messaggi di testo, Simeone fa il check-in con i suoi colleghi che si sentono alla deriva nella chiusura. Alcuni si sono offerti scherzosamente di costruire il muro da soli se ciò avrebbe comportato la fine delle cose. Altri hanno provato a godersi il tempo a rallentare i ritmi, leggere o allenarsi. Di notte, Simeone ha detto che lotta per dormire, consumato dalla preoccupazione per quello che verrà. “Ho $ 24 in contanti addosso, non uso le carte di credito e ho 2,40 $  rimasti sul mio conto in banca”, ha detto Simeone. “Se perdiamo questo stipendio imminente, sarò completamente al verde.”

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

  1. […] Il parziale blocco delle attività federali, detto appunto Shutdown, sta lasciando a casa e senza stipendio circa 800mila dipendenti. Tante le difficoltà da parte loro nel pagare i mutui e bollette. Anche per le normali attività quotidiane mancano ai lavoratori federali, che non hanno ricevuto lo stipendio, le risorse economiche. In tanti stanno provvedendo a reperire fondi con vendite online praticamente di qualsiasi cosa in loro possesso (Clicca qui per approfondire). […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui