Fratello Battisti, “Cesare non è colpevole. Se parla crolla la politica”

0
558
Cesare battisti in fuga

A distanza di ore dall’arrivo in Italia dell’ex terrorista Cesare Battisti, parla il fratello Vincenzo. “Se parla crolla la politica. Per me non è colpevole, non ha ammazzato nessuno” afferma in un’intervista al Messaggero.

Vincenzo Battisti: “Se mio fratello parla cade la politica”

Il fratello Vincenzo dell’ex terrorista Cesare Battisti giunto ieri in Italia dopo quasi 40 anni di latitanza  ha parlato al Messaggero. “Per me Cesare non ha ammazzato nessuno. Non è colpevole, bensì una vittima. I processi furono in contumacia. E’ stato condannato contumace. Se mio fratello parlasse, farebbe crollare la politica. Non hanno mai voluto che parlasse perché sono tutti compromessi“, ha detto il fratello. Mio fratello – ha continuato Vincenzo Battisti al Messaggero – è stato tirato in ballo in contumacia dai pentiti. Mi ha giurato che non ha mai ammazzato nessuno, non si è mai potuto difendere, ma tutti hanno scaricato su di lui per salvarsi. L’arresto? E’ un’ingiustizia, lo stanno accusando di quello che non ha commesso. Torreggiani, ad esempio, prima ha detto che Cesare non c’era, poi ha cambiato versione“.

“Salvini è un fascista, vada ad arrestare i suoi amici in Brasile”

Poi Vincenzo passa all’attacco soprattutto verso il ministro degli Interni Matteo Salvini. “Quello che mi dà più fastidio è che hanno sempre rotto a mio fratello, mentre i fascisti che hanno ammazzato stanno in Brasile nessuno li cerca. E’ un fascista (riferendosi a Salvini ndr.), andasse ad arrestare i suoi amici in Brasile“.

Domenico Battisti: “Mio fratello solo un delinquente da quattro soldi”

Cesare è mio fratello e non c’è cosa più importante di lui – ha detto a Mattino Cinque Domenico Battisti l’altro fratello di Cesare – .Era un delinquente da quattro soldi e lo hanno fatto diventare un personaggio del cavolo. Io sono stato insieme a lui l’anno scorso, non l’ho mai abbandonato. E’ mio fratello ed è la cosa più importante che esista. I cani abbandonano i fratelli ma io no. Se realmente avessi saputo della sua colpevolezza, lavrei riportato in Italia 40 anni fa. Veniamo da una famiglia per bene. Fosse stato lui me l`avrebbe almeno accennato qualche volta. Se l’Italia ha risolto i problemi con Cesare Battisti hanno fatto bene a riportarlo qui“.

Intanto Cesare Battisti è nel carcere di massima sicurezza a Oristano. S’indaga sulla rete di fiancheggiatori che avrebbero aiutato l’ex terrorista durante la sua lunga latitanza.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui