Torino, strangola figlio con cavo del pc e si costituisce: Venite a prendermi

0
375
strangola figlio con cavo del pc

Una nuova tragedia al culmine di una lite. Un uomo, i provincia di Torino, strangola il figlio con un cavo del pc e si costituisce chiamando i carabinieri. Chi conosceva la famiglia è ancora incredula per l’accaduto, ma non colpevolizza l’assassino, anzi, qualcuno dice: “Aveva sempre fatto di tutto per aiutare il figlio“. Ecco cos’è successo.

Torino, strangola il figlio con un cavo del pc

Sono ancora al vaglio degli inquirenti le dinamiche per capire quanto è successo a Sant’Antonio di Susa, in provincia di Torino, dove un uomo strangola il figlio con un cavo del pc. L’assassino è Flavio Forla, noto dentista di 70 anni nonché ex vicesindaco del comune di Sant’Antonio di Susa. Secondo quanto emerge da una prima attività investigativa, sembrerebbe che l’uomo abbia ucciso il figlio adottivo, Giacomo di 36 anni, al culmine di una nuova lite. Dopo l’accaduto, Forla chiama i carabinieri e si costituisce.

“Venitemi a prendere”

La tragedia si è verificata dopo che la moglie di Flavio Forla è uscita di casa per sbrigare alcune commissioni casalinghe, quando l’uomo ha iniziato a litigare con il figlio. Secondo quanto reso noto da Ilmessaggero.it, la vittima, Giacomo di 36 anni, da tempo soffriva di depressione e aveva disturbi comportamentali.

uccide il figlio torino

Il ragazzo era tornato a casa circa quattro mesi fa, dopo esser stato lasciato dalla fidanzata con la quale aveva convissuto a Lucca per 10 anni. Flavio Forla avrebbe perso il lume della ragione quando, con un cavetto del pc, strangola il figlio fino ad ucciderlo. A confessare l’accaduto è stato lo stesso, chiamando in lacrime ai carabinieri dicendo: “Venitemi a prendere“.

“Flavio era una persona tranquillissima”

La tragedia ha sconvolto tutti i cittadini di Sant’Antonio di Susa, che hanno definito Flavio Forla un uomo buono e sempre pronto ad aiutare il figlio Giacomo, adottato quando era solo un bambino. Ad esprimersi sull’accaduto è stata Susanna Preacco, sindaco del comune, che ha dichiarato: “Un gesto che si spiega solo con la disperazione. Siamo sconvolti. Flavio è una persona tranquillissima. Con lui ho lavorato per diverso tempo e non l’ho mai visto arrabbiato. La nostra comunità si stringe attorno a lui e a sua moglie. Non li lasceremo soli“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui