Sorpresa ovetti Kinder razzista, l’azienda si scusa per il messaggio inviato

0
417
Sorpresa ovetti Kinder razzista

La cronaca di oggi vede al centro del mirino la Kinder che avrebbe messo in commercio una sorpresa negli ovetti etichettata come razzista dai consumatori sui social. L’azienda, prontamente, si scusa per il contenuto dei famosi ovetti.

Il pupazzetto degli ovetti Kinder

Amati da tutti, grandi e piccini, gli ovetti Kinder oggi ricevono un’accusa di razzismo per una sorpresa piuttosto insolita. Ad essere incriminato è un pupazzetto in plastica a forma proprio di ovetto Kinder. Doveva essere semplicemente la mascotte che tiene in mano tre palloncini ognuno dei quali riporta la lettera K, ma in verità è stato visto tutt’altro.

Tripla K e ciuffo biondo alla Donald Trump

Tutti si concentrano sui tre palloncini e sulla tripla K che ha un triste significato. Da sempre, infatti, indica l’abbreviazione del Ku Klux Klan, organizzazione violenta di suprematisti bianchi che ha segnato la storia americana. In più, il pupazzetto di plastica in testa ha un ciuffo biondo davvero singolare, che ricorda proprio Donald Trump. Subito sono arrivate sui social le segnalazioni da ogni parte del mondo, come Russia, Israele e Australia.

Continua dopo la foto

Ovetto Kinder razzista

Accusa duplice e le scuse da parte della Kinder

L’accusa rivolta all’azienda Kinder è duplice: da un lato si parla di un messaggio subliminale contro il numero uno della Casa Bianca, Donald Trump, accostato ai membri del Ku Klux Klan, dall’altro proprio per questo si aggiunge l’accusa di razzismo.

La Kinder si scusa con un comunicato con tutti i consumatori per il messaggio sbagliato che è stato diffuso in tutto il mondo. L’azienda ha dichiarato:

Nel disegno iniziale, il giochino aveva un solo palloncino con la lettera K. Gli altri due sono stati aggiunti per rendere la struttura complessiva più robusta e stabile, dal momento che la sicurezza e la qualità dei nostri prodotti sono molto importanti. Non volevamo assolutamente fare alcun riferimento al Ku Klux Klan e ci scusiamo davvero con chi si è sentito offeso. Il pupazzetto in questione era in edizione limitata in quanto prodotto in occasione del cinquantesimo anniversario di Kinder, abbiamo già interrotto la produzione e tramite il servizio clienti è possibile cambiare quelli già trovati negli ovetti con altri giochini a scelta“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui