Donna tormenta il padre per i soldi della pensione, arrestata a Catania

0
267
Donna tormenta il padre per i soldi della pensione

Nuovo caso di maltrattamenti in famiglia in Sicilia. Una donna è stata arrestata a Catania perché tormentava il padre al fine di sottrargli i soldi della pensione.

Maltrattamenti in famiglia in Sicilia

Nel corso degli ultimi mesi sono diverse le news che raccontano casi di maltrattamenti in famiglia. A novembre del 2018, un uomo è stato arrestato dopo aver preso a martellate il padre. Motivo? I due uomini, residenti a Santa Maria di Licodia, avevano degli interessi economici in comune, ovvero la gestione di alcuni beni immobili e un’azienda. La lite tra i due uomini è scattata dopo che l’uomo ha chiesto al padre di trasferire la sua residenza in un appartamento che si trovava nello stesso pianerottolo, ricevendo un “no” dall’anziano. (Per approfondire la notizia Clicca Qui).

Donna tormenta il padre per i soldi della pensione

Secondo quanto reso noto da CataniaToday, una donna di 50 è stata posta in stato di fermo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, estorsione e sequestro di persona, il tutto a danno dell’anziano padre di 89 anni. Da una prima ricostruzione dei fatti è emerso come l’uomo sarebbe stato costretto a vivere in una sofferenza fisica e psicologica imposta dalla figlia già dal 2014. La donna avrebbe messo in atto una lunga serie di soprusi ai danni del padre, obbligando a darle mensilmente la sua pensione.

Continua dopo la foto

La donna torturava frequentemente il padre, tanto che ogni qualvolta che l’uomo cercava di ribellarsi questo riceveva percosse, spintoni e lancio d’oggetti. A denunciare l’accaduto ai carabinieri è stato lo stesso anziano al culmine di una nuova lite con la figlia. La donna, secondo quanto reso noto, dopo i vari soprusi e la sottrazione costante di denaro, nel 2016 aveva minacciato di morte il padre al fine di intestarle alcuni immobili.

Anziano segregato in casa

Dopo le minacce di morte, nel 2016, venne emesso un provvedimento cautelare che imponeva alla donna di allontanarsi dalla casa familiare insieme a un divieto assoluto di avvicinamento al padre. L’uomo successivamente preferì trasferirsi in una comunità alloggio per anziani lasciata poco dopo le nuove pressioni ricevute dalla figlia, che nel frattempo avevo promesso di essere cambiata.

La cinquantenne in questione, una volta rimasta nuovamente senza denaro aveva ripreso le torture sull’anziano padre obbligandolo a cedergli la pensione. Differentemente da quanto successo precedentemente, la donna aveva ben pensato di tenere segregata in casa l’anziano uomo impedendogli così di fare ritorno nella comunità dove si era rifugiato qualche anno prima. A denunciare il tutto ai carabinieri, facendo scattare l’arresto della donna, sono stati i vicini di casa che hanno segnalato lo stato di degrado in cui l’ottantanovenne era costretto a vivere.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui