Fatturazione elettronica in blocco, Meloni: “Sta facendo danni incalcolabili”. Anche la Dusty vittima

0
457
Fatturazione elettronica meloni sta facendo danni incalcolabili

Il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni è tornata a parlare da Free Press Online dei problemi della fatturazione elettronica ed ha dichiarato: “Sta facendo danni incalcolabili“. A Catania Dusty vittima del sistema, si salva grazie alle abilità del suo amministratore.

di Francesca Gugliemino e Salvatore Giuffrida

La fatturazione elettronica non va, o meglio non funziona come dovrebbe. A livello nazionale tra ieri e oggi sta causando parecchi disagi a tutte le ditte che lavorano con le Pubbliche amministrazioni.

Meloni: “Danni incalcolabili. Noi dalla parte di chi lavora”

Sul sistema di fatturazione elettronica andato in tilt, che ha colpito anche la Dusty, la quale si occupa della raccolta dei rifiuti a Catania, è intervenuta il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. L’esponente politico a Free Press Online ha spiegato che: “I danni che sta facendo la fatturazione elettronica sono incalcolabili, oneri e burocrazia stanno seriamente mettendo in difficoltà il nostro tessuto produttivo. Nella manovra hanno calcolato 2 miliardi di entrate con la fatturazione elettronica ma non hanno considerato le enormi perdite dovute ai danni e all’aumento del nero – ha continuato Giorgia Meloni – Uno Stato che spreme e spinge alla chiusura le imprese per dare il reddito di cittadinanza è uno Stato che si sta suicidando. Fratelli d’Italia è dalla parte di chi lavora, senza se e senza ma“.

Sull’argomento stamattina si era già espresso anche il coordinatore Sicilia di Fratelli d’Italia Manlio Messina, che aveva parlato di un disastro annunciato.

Problema a livello nazionale per un flusso eccessivo di dati

Intanto la situazione dei pagamenti alla Dusty si è sbloccata. Questo solo grazie alle brillanti capacità manageriali del suo amministratore Rossella Pezzino de Geronimo, che ha dovuto intercedere personalmente con l’istituto bancario di suo riferimento affinché sbloccasse l’erogazione degli stipendi anche anche senza il dovuto mandato di pagamento, bloccato a causa di un sovraccarico di fatture nel sistema nazionale della fatturazione elettronica, che al momento risulta permanere.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui