La Raggi assegna case popolari ai Rom. Le critiche di Meloni

0
501
Raggi assegna case popolari ai Rom

Con lo scopo di svuotare le baraccopoli, la sindaca di Roma Virginia Raggi assegna delle case popolari ai Rom. Meloni: “Per gli italiani poveri e onesti sarà per la prossima volta. Forse”.

Roma assegna case popolari ai Rom

Il Comune di Roma ci ritenta a svuotare le baraccopoli dei Rom, da sempre restii sia a tornare in Romania che a lasciare i campi occupati. Questa volta la decisione del capo del Campidoglio farà discutere e non poco. Virginia Raggi ha deciso infatti di assegnare gli alloggi popolari del Comune di Roma ai Rom. Nei fatti già 5 appartamenti sono già in attesa di altrettante famiglie Rom. Altre 20 famiglie di nomadi sono state inserite nelle graduatorie per l’assegnazione delle case popolari.

Meloni: “Da M5S a N5S (Nomadi a 5 stelle)

Il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, sul suo profilo Twitter ha commentato scrivendo: “La Raggi assegna le case popolari ai nomadi. Da M5S a N5S (Nomadi a 5 stelle) il passo è breve: grazie ai grillini ai nomadi casa popolare e reddito di cittadinanza. Un gran bel vivere. Per gli italiani poveri e onesti sarà per la prossima volta. Forse”.

Gli altri tentativi per allontanare i Rom

Altri tentativi per fare svuotare i campi nomadi sono stati fatti in questi anni. Dapprima si è provato col “bonus casa”, da 800 euro al mese per spingere i rom a prendere un appartamento in affitto. Nonostante le garanzie fornite dal Campidoglio non si sono trovati proprietari di immobili disponibili a dare in affitto le case ai Rom. Un altro tentativo fu quello del rimpatrio assistito, per spingere i Rom a tornare in Romania. Il contributo era di 3mila l’anno. Oggi spunta l’ultima carta. La Raggi l’aveva preannunciato dichiarando: “Anche i nomadi, se hanno condizioni economiche svantaggiose, hanno diritto a ottenere una casa popolare, esattamente come le persone non rom. Non si può essere schedati se si è o meno rom“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui