Super Bowl vincono i Patriots: Brady è il giocatore migliore di sempre

0
246
super bowl vincono patriots
Fonte Foto: lastampa.it

La cinquantatreesima edizione del Super Bowl si è appena conclusa e ha decretato nuovamente la vittoria dei Patriots. Una partita un po’ piatta ma che conferma la bravura, per la sesta volta, della squadra e del giocatore Tom Brady.

Super Bowl e il trionfo dei Patriots

Al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta i New England Patriots vincono contro Los Angeles 13-3 e conquistano il sesto Super Bowl. La partita, però, ha deluso tutti ed è stata giocata quasi tutta in difesa. Per la prima volta nella storia, non c’è stato alcun touchdown nei primi tre quarti ed è il secondo Super Bowl con il minor numero di punti da più di 40 anni.

Sei trionfi per Tom Brady

Il giocatore Tom Brady è il migliore di sempre, che entra sempre più nella leggenda di questo sport e si aggiudica il sesto Super Bowl. Diventa così, a 41 anni, il più anziano quarterback della storia ad ottenere il titolo. Secondo quanto riporta Sportmediaset.it: “Tom Brady ne esce ancora una volta vincitore, pur giocando male, va detto. Peggio di lui, però, fa Jared Goff, che fallisce l’appuntamento più importante della sua giovane carriera“.

Un’emozione senza fine per Tom Brady che, a fine partita, trova a bordo campo tutta la sua famiglia pronta a fargli i complimenti e ad appoggiarlo in qualsiasi suo successo. Il giocatore ha dichiarato: “È stato un anno incredibile. Hanno giocato bene. Abbiamo vinto: non ci posso credere. Un sogno che diventa realtà, non avrei mai potuto farlo senza l’appoggio della mia famiglia. Sembrava di giocare in casa, con questi tifosi. È per emozioni così che non mi sono ancora ritirato“. La moglie, Gisele Bündchen, tempo fa aveva detto: “Voglio che faccia tutto ciò che lo rende felice!“.

Continua dopo la foto

tom brady
Fonte Foto: tuttosport.com

I Maroon 5 all’half-time

L’half-time ha visto i Maroon 5 come protagonisti ma la loro performance è stata molto criticata, anche per il fatto che Adam Levine, sul palco, si è tolto la maglietta mostrando i suoi tatuaggi, gesto che è stato considerato un po’ eccessivo. Il New York Times ha commentato: “Un’esibizione piatta, non essenziale da parte di un gruppo che ha perso parte della sua autorità se ne aveva da perdere“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui