Siracusa, due medici e una guardia aggrediti al pronto soccorso dell’Umberto I

0
357
due medici e una guardia aggrediti all'umberto I

Paura a Siracusa dove due medici e una guardia giurata sono stati aggrediti al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I. I fatti si sono verificati Il 4 febbraio del 2019 poco prima delle 14:00.

Siracusa, medici e guardia giurata aggrediti

Secondo quanto reso noto anche dalla giornale siracusanews.it nel corso della giornata di ieri sono stati aggrediti al pronto soccorso dell’Umberto I due medici e una guardia giurata. Ieri pomeriggio intorno alle 14:00, dopo circa 10 minuti di attesa, un uomo ha chiesto con forza l’intervento dei medici in turno, successivamente questo si è scagliato contro aggredendoli e cercando di soffocare uno di loro. La lite è stata poi sedata i due medici soccorsi dai colleghi, a uno di loro sono stati dati 15 giorni di prognosi per lesioni al collo, mentre il secondo medico ha ricevuti 30 giorni di prognosi necessari per la guarnizione della lussazione alla spalla.

La sera del 4 febbraio si è verificata un’altra vita e dopo le 23:00, durante la quale è rimasta coinvolta una guardia giurata che era intervenuta per calmare un paziente stanco di attendere e, ancora una volta, scagliatosi contro il personale sanitario rendendo inevitabile l’intervento della polizia.

ospedale umberto I

“Una violenza gratuita e infondata”

A commentare l’accaduto è stato il primario del Pronto Soccorso, il dottor Carlo Candiano: “Facciamo fatica a conoscere le motivazioni di queste aggressioni l’episodio di ieri, peraltro, non è scaturito da un’eccessiva attesa o dalla sottovalutazione di un caso clinico perché il reparto non era sovraffollato“. Il primario ha continuato dicendo: “Una violenza gratuita e infondata, da un paziente in codice verde che aveva esordito con un linguaggio verbale fuori misura nel rivolgersi al medico“.

“Situazione ingestibile”

Al commento del primario del Pronto Soccorso dell’Umberto I di Siracusa si aggiungere quello di Enzo Vaccaro, infermiere e segretario del Cgil Siracusa: “È una situazione ingestibile, quella del Pronto soccorso bisogna riaprire il posto di Polizia h24 perché, anche se non ha compiti di ordine pubblico, la presenza degli agenti è comunque un deterrente”.

Vaccaro è continuando spiegando: “Al di là del problema di sistema, della carenza di posti e di dotazione organica, il nostro Pronto soccorso è il quarto per interventi in Sicilia eppure abbiamo i tempi di attesa più bassi della Sicilia. Chiediamo con forza l’intervento al direttore generale, non possiamo andare avanti così“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui