Sagra del Mandorlo Agrigento: iniziative anche per i malati di Parkinson

0
155
mandorlo in fiore
Fonte Foto: comunicalo.it

La sagra del Mandorlo in fiore ad Agrigento quest’anno sarà molto particolare in quanto sono previste delle iniziative che coinvolgeranno gli spettatori in prima persona. In più, in programma vi sono delle attività pensate anche per i malati di Parkinson, in un’ottica di inclusione totale.

Sagra del Mandorlo in fiore: quando e dove?

La sagra del Mandorlo in fiore si svolgerà ad Agrigento dall’1 al 10 marzo ed è un evento molto bello e particolare che celebra l’arrivo della primavera con la fioritura dei mandorli. Ogni anno, la Valle dei Templi è la sede prescelta per la manifestazione a cui parteciperanno tanti gruppi folkloristici provenienti da ogni parte del mondo, rendendo note le loro danze e melodie tradizionali.

In programma, infatti, un ricco calendario di spettacoli, performances open air, eventi culturali e tanto altro. Coordinatore della sagra è Totó Collura, insieme con il Consorzio turistico Valle dei Templi di Agrigento con il Presidente Emanuele Farruggia.

Una sagra aperta a tutti, in tutti i sensi

L’obiettivo è quello di rivolgersi a tutte le fasce di pubblico, senza alcuna esclusione. Proprio i presenti, infatti, saranno chiamati a partecipare attivamente con apposite iniziative che li renderanno protagonisti. L’evento comincia con un giro nella Valle dei Templi con annessa accensione della fiaccola dell’amicizia davanti al tempio della Concordia. Proprio in quest’ultimo luogo ci sarà la cerimonia di assegnazione del Tempio d’Oro, che è un premio molto noto che viene rilasciato da una giuria internazionale ai migliori gruppi folkloristici.

Continua dopo la gallery

Dance Well per i malati di Parkinson

Tra tutte le iniziative della sagra del Mandorlo spicca la Dance Well, pensata appositamente per i malati di Parkinson. Attraverso la danza, proprio loro riscopriranno una nuova identità e la finalità è quella di fargli dimenticare per un attimo la loro malattia.

Secondo quanto riporta Lasicilia.it: “Ciò si traduce per l’ammalato, in una presa di coscienza secondo la quale una migliore qualità della vita è sempre possibile e la resistenza rispetto al morbo di Parkinson, diventa un modo per ri-esistere, darsi dunque una nuova forma di benessere”.

Gli appuntamenti della Dance Well

Secondo quanto afferma il direttore Giuseppe Parello: “Sarà il Museo.Griffo teatro degli appuntamenti della Dance Well. il giorno 1 marzo alle ore 18.00 e il giorno 2 alle ore 17.30 saranno allestiti due laboratori di danza“.

Un evento molto bello che vuole includere tante diverse realtà: “Due classi gratuitamente aperte a tutti: malati di Parkinson, personale.medico, paramedico, docenti di danza, anziani, cittadini comuni, studenti e quanti comunque siano interessati alla danza, come momento integrazione artistico-sanitaria“.

Poi conclude ricordando l’ultimo appuntamento: “Il 3 marzo, alle ore 20.30, sempre al Museo Griffo.il momento conclusivo di Dance Well con uno spettacolo dal titolo Oro – l’arte di resistere da un’idea di Francesca Foscarini e Cosimo Lo Palco, che mette.in scena un’emozionante performance che coinvolge anche il pubblico presente“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui