OpenAI, l’intelligenza artificiale… troppo intelligente

0
935
OpenAI intelligenza artificiale

L’organizzazione di ricerca no profit OpenAI è riuscita a sviluppare un’intelligenza artificiale GPT-2 ma, a detta loro, fin troppo potente per il pubblico.

Cos’è un’intelligenza artificiale?

Ma esattamente cosa intendiamo quando parliamo di intelligenza artificialeÈ una disciplina informatica che studia la metodologia e la tecnica di progettazione hardware e software di un elaboratore elettronico che fornisce prestazioni simili ed, apparentemente, esclusive del cervello umano. Ma guardando il lato pratico, possiamo definire un’intelligenza artificiale come l’abilità di un sistema tecnologico di risolvere problemi o svolgere compiti, al pari di un cervello umano.

GPT-2, l’ IA di Elon Musk

OpenAI è un’organizzazione di ricerca che ha come principale obiettivo quello di sviluppare e promuovere intelligenze artificiali con le quali gli esseri umani possano interagire e trarre beneficio. È stata fondata dal famoso imprenditore Elon Musk, già fondatore di PayPal, SpaceX e Tesla.

Recentemente, gli scienziati che lavorano presso OpenAI hanno annunciato la realizzazione di una nuova Intelligenza Artificiale (IA), chiamata GPT-2, in grado di progettare e scrivere testi come gli essere umani. In verità, non è la prima IA che riesce a scrivere testi autonomamente, ma questa è davvero particolare, o inquietante, dipende dai punti di vista.

Durante la realizzazione, l’IA è stata sottoposta a più di otto milioni di testi presenti sul web, con il quale ha potuto apprendere vari stili di scrittura. Basta fornire un piccolo input, anche solo una frase, al sistema e l’IA riuscirà a generare un vero e proprio testo, sensato e logico,impossibile da differenziare da un testo scritto a mano da un essere umano.

A far paura agli scienziati è la potenza di tale strumento e, a causa delle loro preoccupazioni, hanno deciso di non rilasciare al pubblico l’IA. L’uso improprio di questa intelligenza artificiale potrebbe portare alla stesura automatica di fake news e mail di spam oppure a rappresentare persone online.

IA: rischio o certezza?

Lo stesso mondo “tecnologico” non ha un parere unanime, non a caso proprio Elon Musk ha detto: “Sarà l’intelligenza artificiale a causare la terza Guerra mondiale“, mentre Mark Zuckerberg ha dichiarato l’esatto opposto: “Non riesco a capire le persone che fanno i bastian contrari e disegnano questi scenari apocalittici”.

Insomma, l’IA è un argomento di straordinaria attualità, molto dibattuto dai grandi esperti del campo, ma, allo stato attuale i contorni sono piuttosto incerti.

Alberto Contaldo

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui