Sorteggio revisori conti Comune Catania, la quarta delibera non va. M5S: “Siamo alla farsa”

0
1119
Decreto Sicurezza Grasso parla di probabili aggravi sui comuni

Anche la quarta delibera per il sorteggio dei revisori conti del Comune di Catania non va. Per il M5S Catania “è una farsa”.

Il commento del M5S Catania

“Siamo alla farsa, ormai, con la telenovela del sorteggio e della nomina del Collegio dei revisori dei conti. Anche la quarta delibera non va bene. Ieri, la Presidenza del Consiglio comunale ha revocato la seduta. Il motivo? In burocratese, serve “un ulteriore approfondimento istruttorio”, questo il commento del M5S Catania.

Le fumate nere delle prime tre delibere

Dal Movimento ricordano che sono già quattro le (banali) delibere sbagliate. La prima prevedeva l’estrazione di tutti i nominativi, in contrasto con la legge regionale che ne contempla solo tre; la seconda indicava un numero errato di partecipanti da estrarre (172 invece di 164); la terza, a parte il fatto che il pallottoliere non aveva ancora contato bene i numeri, aveva un vizio formale perché era stata messa a disposizione dei consiglieri dopo il termine minimo di 48 ore previsto dal Regolamento comunale.

“Che significa Ulteriori approfondimenti?”

Ora, anche per la quarta delibera sembra che i conti non tornino. Il nuovo organico, probabilmente in fase di rodaggio per cambiamenti interni, sta incontrando qualche difficoltà – osservano i pentastellati etnei  – .Forse non sono ancora stati inseriti tutti i nominativi delle domande? A cosa si riferiscano gli “ulteriori approfondimenti”, richiesti dalla Direzione, non è dato sapere. Chissà se ci sarà un quinto tentativo, e se andrà a buon fine…“.

Diana: “Non comprendiamo i veri motivi”

E’ emblematico quanto sta accadendo e non comprendiamo quali possano essere i veri motivi che hanno costretto l’amministrazione a revocare la seduta. Abbiamo sollevato il problema sin dal primo istante, sia in direzione che in aula, dopo ben tre modifiche alla delibera originaria. Abbiamo cercato di essere propositivi e costruttivi, ma probabilmente gli
errori dipendono dall’intera direzione e non da singoli”, commenta la consigliera Valeria Diana.

Grasso: “Reiterata imperizia”

È Giovanni Grasso, capogruppo del M5S in Consiglio comunale, si chiede se “per fare fronte alla reiterata imperizia di questo ufficio di presidenza, per la nomina di questi revisori dei conti, ai sensi della L. 262/2000 edella L.R 17/2016, non sia il caso di affidare ad un  commissario ad acta tale compito, così come previsto dall’articolo 24 della L.R. 44/91.”

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui