Volantino Lega su 8 marzo fa infuriare Rotta e ministre M5S

0
122
Alessia Rotta (Pd)

Fa infuriare Alessia Rotta (Pd) e le ministre del M5S Elisabetta Trenta, Giulia Grillo e Barbara Lezzi, il volantino sezione di Crotone della Lega sul l’ 8 marzo.

Mi auguro sia uno scherzo di cattivo gusto, ma se così non è, come temo, il vicepremier Salvini dica chiaramente se è questa l’idea di donna che Lega e governo vogliono far passare nel Paese” scrive Alessia Rotta (Pd) su Facebook.

Continua dopo la foto

Alessia Rotta su Facebook

L’esponente democratico continua il suo post. “Il volantino in occasione dell’8 marzo della Lega della provincia Di Crotone è un elenco di luoghi comuni, di offese oltre che un becero tentativo direlegare le donne a un ruolo riproduttivo e alla “grande missione sociale da compiere”. Quale sarebbe “l’infungibile ruolo della donna” inficiato da leggi e atteggiamenti? Le uniche leggi mortificanti sono quelle presentate dalla Lega, come il ddl Pillon. Gli atteggiamenti da combattere sono quelli di chi, come il ministro Fontana, vuole donne sotto tutela. Salvini faccia chiarezza perché le donne devono sapere se questo è il modello che la Lega vuole riaffermare, cancellando con un colpo di spugna centinaia di anni di evoluzione culturale e battaglie sociali“.

Per ministre del M5S: “Scioccante”

Anche le ministre M5s, Elisabetta Trenta, Giulia Grillo e Barbara Lezzi, definiscono il volantino “scioccante. “Leggere che ‘offende la dignità delle donne chi ne rivendica l’autodeterminazione suscitando un atteggiamento rancoroso nei confronti dell’uomo’ ci riporta indietro di decenni. Come donne di questo governo esprimiamo la nostra più profonda preoccupazione. Ci auguriamo e confidiamo che i vertici della Lega prendano quanto prima le distanze“.

Per una replica abbiamo della noi di FreePressOnline abbiamo contattato la sede Provinciale di Crotone della Lega, autrice del volantino, ma con scarsa fortuna. Attendiamo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui