Agrigento, tredicenne costretta a prostituirsi: 6 arresti, anche la madre

0
260
baby prostitute costrette dai genitori

La cronaca di oggi ci riporta la notizia di una tredicenne costretta a prostituirsi ad Agrigento. Ben 6 persone sono state arrestate, tra queste anche la madre della minorenne.

Tredicenne costretta a prostituirsi

Una giovane ragazza di 13 anni era costretta a prostituirsi dalla madre. Per l’accaduto, sono state fermate 6 persone, inclusa ovviamente la donna, genitore della minorenne. Le indagini hanno rivelato che la tredicenne era costretta a prostituirsi e la madre aveva venduto la figlia per somme tra i 30 e i 200 euro. I militari e gli psicologi hanno sentito la minore, che ha descritto con precisione luogo di incontri, persone e oggetti di arredo presenti nei locali in cui abusavano di lei.

I precedenti abusi sulla minorenne

Già anni prima, i Carabinieri avevano fermato un auto sulla quale viaggiava un sessantenne e la ragazzina di 13 anni, verso un ovile presso Gibellina. In questo luogo, altre due persone avevano abusato di lei. Il tutto avveniva, tra le altre cose, col consenso della madre della minorenne. L’uomo, Pietro Civello, fu arrestato e la madre denunciata, mentre la ragazzina era stata portata in una struttura protetta.

Continua dopo la foto

Carabinieri 15 fermi per terrorismo e immigrazione clandestina

6 arresti, compresa la madre

Grazie ai racconti della minorenne gli agenti hanno potuto ricostruire al meglio tutta la vicenda che ha visto al centro del mirino la tredicenne costretta a prostituirsi. I Carabinieri di Sciacca, secondo quanto ci riporta la cronaca locale, hanno eseguito un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Palermo su ordine della Procura e hanno arrestato sei persone tra Menfi (Agrigento) e Gibellina (Trapani). Tra queste spicca la madre, che costringeva la figlia a prostituirsi. Le accuse sono di induzione alla prostituzione minorile, sfruttamento e favoreggiamento, violenza e atti sessuali con minorenne, aggravati perché si tratta di una ragazzina infra quattordicenne.

Quindi, in manette sono finiti: oltre la madre e Civiello, anche Viorel Frisan, di 37 anni di Gibellina; Calogero Friscia, 25 anni di Menfi; Vito Sanzone, di 43 anni di Menfi e Vito Campo di 69 anni anche lui di Menfi.

Vuoi rimanere sempre aggiornato? 
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui